Il Parco nazionale dell’Appennino tosco-emiliano protagonista per “Il Lupo in Piazza”

A Norcia, nel Parco dei Monti Sibillini, prende il via "Wolfnet 2.0”

[28 novembre 2014]

I volti del Parco nazionale dell’Appennino tosco-emiliano che si occupano del Wolf Apennine Center sono proprio un po’ come i lupi, non gli piace stare fermi e due Regioni (Toscana e Emilia Romagna)  non gli bastano. Per questo sconfinano spesso portando le loro esperienze in altri territori, come a Norcia dove oggi prende il via l’iniziativa “Il lupo in piazza”, tre giorni di eventi e manifestazioni dedicati al lupo e organizzati dal Parco Nazionale dei Monti Sibillini nell’ambito di “Wolfnet 2.0, misure coordinate per la tutela del lupo in Appennino”, un progetto di sistema coordinato dal Parco nazionale della Majella  che coinvolge i Parchi nazionali Gran Sasso e Monti della Laga; Abruzzo, Lazio e Molise; Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna; Appennino Tosco Emiliano; Monti Sibillini.

Wolfnet 2.0 nasce per  migliorare le azioni coordinate di tutela del lupo, animale simbolo di libertà e di naturalità, e si inserisce nel proseguimento delle azioni già intraprese con successo nell’ambito del precedente progetto Wolfnet, finanziato con fondi europei e terminato nel 2013.

Il progetto punta al miglioramento sanitario della specie, a prevenire le uccisioni illegali, a migliorare la conoscenza dell’impatto del lupo sul patrimonio zootecnico e dedica ampio spazio alla promozione di una cultura della coesistenza e alle attività di comunicazione, come ambito nel quale si inserisce “Il lupo in piazza”

Tornando a “Il Lupo in Piazza”, le mattine di venerdì e sono dedicate alle attività di educazione ambientale e realizzate in collaborazione con il Parco nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano. Sono riservate ai ragazzi delle scuole ospitati in una struttura gonfiabile, il palalupo, allestito nella s Piazza San Benedetto di Norcia.  Oggi pomeriggio ci sono altre iniziative con bambini, come il settimo Congresso nazionale dell’Associazione Lupi Cattivi, e domenica mattina ci saranno diverse attività organizzate dagli educatori dei Centri di Educazione Ambientale del Parco.

Stasera alle 18.00 è in programma l’intervento del biologo naturalista Francesco Petretti che, insieme al direttore del Parco dei Monti Sibillini, Franco Perco, condurrà il pubblico in un viaggio immaginario negli ambienti naturali dell’Appennino per far rivivere il ritorno della grande fauna in Italia. Il 29 novembre, alle 17.00, verrà presentato il progetto fotografico L’altro versante e verranno proiettate le fantastiche immagini naturalistiche di Maurizio Biancarelli. Lupo in Piazza si chiuderà domenica 30 alle 12.00 con un incontro pubblico durante il quale lo staff tecnico del Parco dei Sibillini risponderà alle domande e alle curiosità del pubblico.