Le opinioni espresse dall’autore non rappresentano necessariamente la posizione della redazione

Per un osservatorio nazionale sul mare: l’incontro di Marina

[23 giugno 2014]

L’incontro a Marina di Pisa con l’assessore regionale Annarita Bramerini (Nella foto) per la istituzione di un Osservatorio nazionale sul mare concordato a suo tempo dal Gruppo di San Rossore con il ministro dell’ambiente  Orlando ha avviato concretamente una iniziativa molto importante. Tanto più importante come hanno confermato il presidente del nostro Parco Manfredi e il presidente del Parco nazionale della Maddalena Bonanno in un momento così delicato per il santuario dei cetacei e le vicende della Concordia.

Torneremo innanzitutto alla carica con il ministro all’ambiente Galletti che a Marina non è potuto intervenire perché gli impegni ministeriali siano confermati per poter finalmente rilanciare una seria iniziativa di sostegno soprattutto delle nostre aree protette marine facendo leva in particolare sul ruolo del parco di San Rossore che oggi gestisce la riserva marina della Meloria. Il seguito del lavoro avviato positivamente  a Marina sarà gestito dalla regione che presto dovrà portare al consiglio regionale anche l’approvazione della nuova legge sui parchi che contribuirà a partire dall’osservatorio di Capoliveri a raccordare i diversi momenti della presenza istituzionale. Ciò a cui punteremo sperando di poter coinvolgere anche diversi soggetti pubblici e privati oggi seriamente impegnati su questo fronte come il Porto di Boccadarno, la SPA Navicelli e molti  altri. La crescente adesione ad esempio di comuni della costa toscana, ligure e sarda alla Carta Pelagos –tra i più recenti il comune di Livorno- incoraggia e aiuta non poco questo impegno rivolto a coordinare attivamente tutti quei protagonisti che procedendo come spesso ancora avviene  per conto loro e separatamente non possono andare lontano. Siamo sicuri che l’incontro all’Hotel dell’Incanto di Boccadarno abbia ben avviato le cose.