Peschereccio naufraga nell’area marina protetta a Capraia

[19 luglio 2013]

Alle 3,30 di stanotte un peschereccio lungo 16 metri, il “Giuseppe Testa” del compartimento di Augusta, si è incagliato sulla costa occidentale dell’isola di Capraia nei pressi dello Scoglio dello Zurletto, nel Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano ed all’interno della Zona 2 di protezione marina, dove è consentita la pesca ai soli residenti. La causa dell’incidente è un mistero visto che il mare era calmo.
Il peschereccio ha lanciato una richiesta di soccorso raccolta dalla Guardia Costiera di Livorno che ha inviato sul posto il mezzo veloce B 78, di stanza a Capraia, che ha messo in salvo i 4 pescatori a bordo del “Giuseppe Testa”  momento dell’incidente.

Alle operazioni di salvataggio ha partecipato anche una Motovedetta della Guardia di Finanza che si trovava ad incrociare vicino a  Capraia.

Non ci sono feriti e sono in corso le operazioni di messa in sicurezza e di recupero del natante, anche per evitare che le circa 2 tonnellate di carburante contenute nei serbatoi del peschereccio si sversino in mare. Comunque, secondo la Capitaneria, i serbatoi dell’imbarcazione sarebbero integri, e le buone condizioni meteorologiche dovrebbero facilitare l’operazione di disincaglioda  parte di un rimorchiatore della società Castalia partito da Livorno.

La Guardia Costiera livornese continua a monitorare la situazione con i suoi mezzi in mare e con l’ausilio di elicottero, svolgendo contemporaneamente le indagini necessarie a determinare le cause dell’episodio.

[Foto di Fabio Guidi – www.isoladicapraia.it]