Pianosa, la Guardia di Finanza becca un panfilo alla fonda nell’area a protezione integrale

Due turchi su un panfilo battente bandiera Usa ripresi dalle telecamere del Parco nazionale

[13 giugno 2018]

Erano arrivati a Pianosa a bordo di un panfilo battente bandiera americana, in navigazione con motore ausiliario, e poi si erano ancorati a pochi metri dalla costa dell’isola di Pianosa,in località “Cala San Giovanni”, in piena area di tutela integrale e, dopo aver calato in mare il gommone di servizio i due occupanti erano scesi tranquillamente a terra, naturalmente senza nessun permesso.

Ma l’intera scena è stata ripresa dalle telecamere di videosorveglianza dell’Ente Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, in uso al Reparto operativo aeronavale (Roan) della Guardia di Finanza di Livorno che spiega in un comunicato: «L’imbarcazione a vela, infatti, si era ancorata nella zona marina tutelata “1” di Pianosa,che si estende sino ad un miglio marino dalla costa per tutto il perimetro dell’isola, all’interno della quale sono vietati l’accesso, la navigazione, la sosta, l’ancoraggio, la pesca e l’immersione, e per questo videosorvegliata da telecamere remotizzate presso la Sala Operativa della Guardia di Finanza di Livorno».

Una vedetta del Roan GdF di Portoferraio, già in missione operativa di Polizia del mare, si  subito diretto a Pianosa per «controllare l’imbarcazione a vela, battente bandiera americana del Delaware, ed i due soggetti a bordo, risultati di nazionalità turca in vacanza nell’Arcipelago Toscano» e informa che «Nei confronti del proprietario dell’imbarcazione è stata comminata una sanzione amministrativa fino ad un massimo di 1.000 euro, per la violazione delle normative a tutela delle aree protette».

Con l’approssimarsi della stagione estiva, «I Finanzieri della Sezione Operativa Navale di Portoferraio hanno intensificato le missioni operative intorno alle isole di Pianosa e Montecristo, nelle nuove funzioni di Polizia del mare attribuite in via esclusiva alla Guardia di Finanza, con finalità di prevenzione generale degli illeciti in mare e lungo i litorali, nonché nell’ambito della vigilanza delle acque marine confinanti con le zone protette circostanti le isole dell’Arcipelago Toscano, di cui al Protocollo Operativo d’Intesa sottoscritto il 12 ottobre tra l’Ente Parco ed il Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza di Livorno».