Pistoia: nel parco fluviale del torrente Ombrone nascerà un’area protetta

[18 settembre 2013]

Nel parco fluviale del torrente Ombrone pistoiese nascerà un’Area naturale protetta di interesse locale (Anpil). La Regione ha accolto la richiesta dell’Amministrazione comunale di Pistoia che con questo strumento, intende perseguire l’obiettivo di tutela e valorizzazione degli habitat naturali con attenzione alla biodiversità ed alle specie presenti sul territorio.

«In particolare sarà possibile valorizzare il sistema fluviale del torrente Ombrone e dei suoi affluenti privilegiando il recupero degli elementi di naturalità e legando la sistemazione a parco nell’area fluviale attorno alla città», hanno spiegato dall’amministrazione. «Tra gli obiettivi anche lo sviluppo delle attività agricole tradizionali della fascia collinare e pedecollinare da perseguire con attività connesse all’agriturismo. Il riconoscimento della possibilità di realizzare un’Anpil (istituita e gestita in base alla legge della Regione Toscana n. 491995) rappresenta un passaggio importante, oltre che per garantire la conservazione e riqualificazione dell’ambiente e del paesaggio, anche per la valorizzazione dello stesso attraverso attività di fruizione eco-compatibili».

L’area che sarà oggetto del provvedimento di istituzione di Anpil si trova nel tratto del torrente Ombrone compreso tra Ponte Calcaiola, a monte di Pistoia, e il ponte sull’autostrada A11 dopo circa 8 chilometri. Esso rappresenta il tratto di collegamento tra la zona collinare-montana del bacino e la zona di fondovalle.

In quest’area l’Ombrone è caratterizzato dall’ampio alveo delimitato dagli argini in muratura di pietra con sistemazione settecentesca con attraversamento di numerosi ponti che con i loro nomi individuano i vari segmenti: a partire da nord il ponte Calcaiola, poi il ponte di Gello, il ponte sulla strada regionale 66, il ponte alle Tavole, il ponte sulla strada provinciale 17, Pontelungo, i ponti sulla strada regionale 435 e sulla ferrovia, il ponte sull’autostrada e più a sud il ponte di Bonelle.

(foto di Matte92 – Wikipedia)