Il più veloce del mondo è un pipistrello: raggiunge i 160 Km/h nel volo orizzontale

I pipistrelli non sono solo abili aviatori, possono anche raggiungere velocità record

[10 novembre 2016]

pipistrello-record-velocita

Fino ad oggi, il record di velocità per il volo orizzontale apparteneva agli uccelli, e il rondone (Apus apus) era considerato il più veloce di tutti, visto che può raggiungere una velocità di 110 chilometri all’ora. Ma i ricercatori di un team tedesco-americano guidato dal  Max-Planck-Institut für Ornithologie un nuovo primatista tra gli acrobati dell’aria che però non è un uccello, ma un pipistrello: Il pipistrello dalla coda libera messicano (Tadarida brasiliensis) un molossidae che sfreccia nei cieli notturni a oltre 160 chilometri all’ora.

Nello studio “Airplane tracking documents the fastest flight speeds recorded for bats”, pubblicato su Royal Society Open Science, i ricercatori spiegano che «La forma del loro corpo aerodinamica e le ali  più lunghe rispetto alla media delle altre specie di pipistrelli consentono loro di raggiungere velocità così elevate».

Il team del Max-Planck-Institut für Ornithologie  sottolinea che «Gli uccelli sono ancora oggi un modello per gli ingegneri aeronautici e rimangono senza eguali quando si tratta di caratteristiche di volo. Mentre gli uccelli possono decollare a velocità relativamente basse, anche l’aereo più moderno deve raggiungere una velocità di circa 300 chilometri all’ora per essere in grado di sollevarsi. I principali fattori che contribuiscono sono l’aerodinamica, la forma del corpo a proiettile, così come basso peso degli animali grazie alle loro ossa speciali. Inoltre, le ali strette presenti nelle specie volatrici vloci permettono anche una maggiore portanza rispetto alla forza aerodinamica investita».

Se i rondoni  sono considerati gli uccelli più veloci del mondo nel volo orizzontale, i falchi pellegrini (Falco peregrinus)  possono anche raggiungere velocità oltre i 300 chilometri all’ora durante le picchiate, ma a causa della loro struttura alare che produce maggiore resistenza, sono generalmente considerati volatori orizzontali lenti.

Gli animali con le ali lunghe e strette di solito volano più velocemente di quelli con ali più corte e più larghe e per questo gli scienziati hanno scelto il pipistrello dalla coda libera messicano  per il loro studio, ma anche loro sono rimasti sorpresi dai loro risultati: «Inizialmente, credevamo con difficoltà ai nostri dati, ma erano corrette: a volte, le femmine di pipistrelli, che pesano tra 11 e 12 grammi, volano ad una velocità di oltre 160 chilometri all’ora, un nuovo record per il volo orizzontale» dice Kamran Safi dal Max Planck Institute.

I dati sulla velocità di volo dei pipistrelli sono stati raccolti utilizzando un trasmettitore radio che pesa solo mezzo grammo che è stati attaccati sul dorso dei pipistrelli con un adesivo e che cadva da solo  dopo 2 – 5 giorni. Il suo segnale acustico regolare è stato localizzato utilizzando un ricevitore mobile installata su un piccolo aereo. «Non è stato facile per il pilota di seguire animali che volano così rapidamente per poterli  localizzare con precisione e misurare in continuazione la loro traiettoria di volo – conclude Dina Dechmann, anche lei del Max Planck – Gli scienziati hanno anche valutato i dati registrati dalla stazione meteo più vicina e hanno preso atto delle condizioni del vento, al momento dei voli studiati. I fattori esterni, come il territorio e  la direzione del vento, non possono spiegare questi risultati, dato che non avevano alcun impatto sulle velocità massime».