Prevenzione incendi boschivi e sentieristica, accordo Parco Nazionale del Vesuvio – Sma Campania

Casillo: «Poste le basi per affrontare al meglio la missione di salvaguardia e valorizzazione dell’area protetta»

[10 giugno 2016]

Parco Nazionale del Vesuvio

L’Ente Parco Nazionale del Vesuvio e la Sma, società in house della Regione Campania, hanno firmato un protocollo d’intesa per consolidare la collaborazione per il risanamento ambientale nel territorio protetto, con particolare attenzione alla prevenzione dei rischi di incendio boschivo e alla manutenzione della rete dei sentieri.

In un comunicato l’Ente Parco spiega che «L’accordo prevede un calendario di attività programmate per i mesi a venire ed in particolare in tutto il periodo estivo. Saranno effettuati interventi di ingegneria ambientale ed inoltre sarà ripristinata la segnaletica nell’area protetta, danneggiatasi nei lunghi anni di mancata manutenzione».

Agostino Casillo, presidente del Parco Nazionale del Vesuvio, ha detto: «Siamo particolarmente soddisfatti dell’accordo raggiunto, che ci permetterà di intervenire in maniera concreta per ridurre il rischio di incendio, particolarmente alto nei mesi più caldi dell’anno. Oltre all’importantissimo intervento di prevenzione, il protocollo prevede attività di risanamento ambientale e di riassetto idrogeologico. Puntiamo in tal modo a migliorare le condizioni dell’intera rete dei sentieri e di alcune strade di accesso, così da renderli fruibili e più sicuri per i cittadini ed i turisti che nei prossimi mesi visiteranno il Parco. Dopo appena un mese dall’inizio del nostro mandato, l’Ente pone le basi per affrontare al meglio la missione di salvaguardia e valorizzazione dell’area protetta».

Raffaele Scognamiglio, amministratore unico di Sma Campania, conferma: «Stiamo già effettuando i sopralluoghi congiunti e pianificando i primi cantieri che sicuramente potranno contribuire alla salvaguardia dello straordinario patrimonio naturalistico ed ecosistemico del Parco del Vesuvio, anche in ragione dell’imminente stagione di massima pericolosità per gli incendi” “Siamo di fronte ad un cambio di passo importante, reso possibile da una rinnovata governance dell’Ente Parco, che sta assumendo iniziative propulsive delle energie civiche ed istituzionali del territorio, con azioni concrete e tangibili nell’interesse

della cittadinanza».