Rogo nell’Oasi Lipu, Legambiente solidale con l’associazione ambientalista

[23 gennaio 2014]

Legambiente esprime solidarietà per l’incendio al centro visite dell’Oasi Lipu di Castel di Guido. Atti gravissimi come questo non possono fermare il prezioso lavoro dell’associazione nella salvaguardia della natura e della biodiversità.

«Esprimiamo la nostra solidarietà a tutti gli amici della Lipu e in particolar modo a quanti negli anni si sono prodigati nella realizzazione e nella cura di questo importante avamposto dell’ambientalismo – ha dichiarato Roberto Scacchi, direttore di Legambiente Lazio-. I centri educativi associativi sono anche presidi di vigilanza territoriale, atti delittuosi come quello che abbiamo di fronte agli occhi siano respinti da tutti con forza, facendo chiarezza sulle responsabilità e attivando ogni canale perché l’area così gravemente danneggiata sia ricostruita ancor meglio di quanto già non fosse».

Il rogo doloso che ieri mattina ha distrutto documenti, materiali e oggetti al centro visite è una tragedia sfiorata, considerando che fino a qualche ora prima un gruppo di ragazzi che operano nell’oasi ci avevano trascorso la notte.

«Ci uniamo alla condanna del grave atto intimidatorio – aggiunge Vittorio Cogliati Dezza, presidente di Legambiente-. Si tratta di un gesto vile contro chi è impegnato a contrastare le aggressioni alla natura e a far crescere la cultura della conoscenza della biodiversità».

di Legambiente Lazio