Scoperto un enorme ammasso di polpi in cova al largo della California. Uno spettacolo mai visto (VIDEO)

Più di mille polpi riuniti nelle profondità del Davidson Seamount

[31 ottobre 2018]

E ‘stato alla fine di una spedizione di tre giorni nel Davidson Seamount. un habitat marino  roccioso profondo  a circa 80 miglia a sud-ovest di Monterey, in California, che gli scienziati hanno visto qualcosa di eccezionale: più di un migliaio di polpi riuniti insieme a più di 3.000 metri  di profondità, in quella che hanno definito una posizione “meditabonda” con i tentacoli all’insù a ricoprire le loro uova.

Gli scienziati erano già molto soddisfatti per aver girato le fantastiche immagini di un polpo Dumbo (Grimpoteuthis) che nuotava in profondità, ma si sono imbattuti in qualcosa di ancora più spettacolare: è la prima volta viene osservato questo tipo di ammasso di polpi al largo della costa occidentale Usa, ed è solo la seconda volta che un simile raggruppamento di polpi di profondità viene osservato nel mondo. L’avvistamento precedente era avvenuto nel 2013 a 3.000 metri di profondità nel Dorado Outcrop, al largo della costa pacifica del Costa Rica, ma la “riunione” di polpi era molto più piccola: circa 100 animali, come spiega lo studio “Clusters of deep-sea egg-brooding octopods associated with warm fluid discharge: An ill-fated fragment of a larger, discrete population?” pubblicato a maggio di quest’anno su Deep Sea Research Part I: Oceanographic Research Papers da un team di ricercatori statunitensi delle università di Akron e dell’Alaska e del Field Museum. Inoltre, nel caso della Costa Rica, i ricecatori guidati da Anne Hatwell del Dipartimento di geoscienze dell’università di Akron anche scoperto che le femmine di polpo avevano scelto un brutto posto per covare le uova: mentre l’acqua calda che fuoriesce dal fondale può aiutare a far sviluppare gli embrioni di polpo, qul punto era un po’ troppo caldo e con poco ossigeno. Dopo aver esaminato quasi 200 uova utilizzando il loro ROV, il team della Hatwell  ha trovato solo un uovo con all’interno un embrione in via di sviluppo all’interno.

Questi raggruppamenti sono singolari, perché di solito i polpi sono animali solitari che difendono  con la vita le tane in cui covano le loro uova.

Tornando ai polpi del Davidson Seamount, Chad King, un ricercatore del Monterey Bay National Marine Sanctuary, conferma che «Una cosa come questa non era mai stato scoperto sulla costa occidentale degli Stati Uniti, mai nel nostro santuario e mai nel mondo con questi numeri». King era capo della spedizione scientifica ospitata sulla nave da ricerca Nautilus con a bordo ricercatori di un team della National oceanic and atmospheric administration  (Noaa) e dell’ONG Ocean Exploration Trust, il cui compito iniziale era quello di esplorare i campi di corallo e spugne di profondità e aggiunge: «Nella mia carriera non ho mai visto qualcosa di simile, questi potrebbero potenzialmente essere habitat nursery ed è un altro motivo estremamente importante per cui dobbiamo proteggere questa zona».

Nel 2008 il Davidson Seamount è stato aggiunto al Monterey Bay National Marine Sanctuary, ma King è convinto che «Molti habitat delle acque profonde come questo hanno ancora bisogno di protezione».

Secondo lo scienziato statunitense «Ci sono diverse possibili ragioni per cui i polpi potrebbero aver scelto quest’area per la cova. Potrebbe essere l’acqua più calda, un più alto contenuto di ossigeno, un minerale specifico nell’acqua o il fatto che si sono riuniti in aree dove filtrano liquidi, che sono le sacche più calde di acqua di mare. E’ possibile sole che stiano usando solo queste aree perché hanno le rocce più pulite».

La specie dei polpi che hanno formato questo ammasso riproduttivo è stata identificata come Muusoctopus robustus, un piccolo polpo di profondità che non emette inchiostro.

Il Davidson Seamount è una montagna sottomarina che si eleva per 2.300 metri dal fondo dell’oceano. Un massiccio lungo 26 miglia e largo 8 miglia la cui vetta è a 1250 metri sotto la superficie del mare, rendendo difficile studiare l’habitat degli abissi marini.  Purtroppo. non è stato possibile fare altre riprese per un problema tecnico al ROV della spedizione. Il  Monterey Bay Aquarium Research Institute conduce regolarmente ricerche in acque profonde, ma l’ultima volta che i sui ricercatori erano stati nell’area del Davidson Seamount per mapparla risale a 12 anni fa e sul lato sud-est del monte sottomarino c’è una regione di acque profonde con una scogliera basaltica che era stata scarsamente esplorata ed è proprio qui che sono stati trovati i polpi in cova. «Siamo andati giù  (con il ROV, ndr) lungo il fianco orientale di questa piccola collina – racconta King  a KQED – e in quel momento – boom – abbiamo subito iniziato a vederne decine di dozzine qui, dozzine là, dozzine dappertutto. La maggior parte dei polpi erano aggrappati alle rocce in posizioni invertite che gli animali assumono mentre proteggono le loro uova. Su quel 1.000, potremmo aver visto due o tre polpi che stavano nuotando. Quindi direi che quasi il 99% stava covando. L’equipaggio potrebbe aver visto dei luccichii nell’acqua il che indicherebbe che dell’acqua più calda stava uscendo dal sottosuolo, anche se il ROV non era in grado di avvicinarsi abbastanza da misurare la temperatura».

King conclude: «Non sappiamo molto del mare profondo abbiamo visto meno dell’1% dei fondali oceanici profondi del mondo. In qualsiasi immersione in particolare potresti rimanere scioccato da qualcosa. Spero che questa scoperta porterà a maggiori finanziamenti per la ricerca, per poterci ritornare e capire se il sito è in realtà una nursery. Se lo è, è importante perché sostiene la loro popolazione».

Videogallery

  • Massive Aggregations of Octopus Brooding Near Shimmering Seeps | Nautilus Live

  • Expedition Overview: Monterey Bay National Marine Sanctuary | Nautilus Live

  • Ghostly Grimpoteuthis Octopus Glides By ROV Hercules | Nautilus Live