E all’Elba si riapre l’iter per “liberare” Cala dei Frati

Ecco le spiagge più belle della Toscana

[1 agosto 2014]

Se  Cala degli Infreschi, nel comune cilentano di Camerota, è la vincitrice de “La più bella sei tu”, il contest di Legambiente lanciato sul web per eleggere la spiaggia più bella dell’estate, la Toscana, e in particolare l’Arcipelago Toscano e la Maremma,  non sfigura affatto, visto che piazza ben tre spiagge in classifica: Sansone, nel Comune di Portoferraio, all’isola d’Elba,  le Cannelle, all’Isola del Giglio, e Collelungo nel Parco Regionale della Maremma.

Sansone viene descritta così: «E’ tra le splendide spiagge a nord-ovest di Portoferraio. Composta da piccoli ciottoli bianchi, si apre su una costa ripida e bianchissima. Si raggiunge con un sentiero pedonale».  Legambiente sottolinea che Sansone è’ lungo la stessa costa bianca, nel Comune di Portoferraio, tra l’area di tutela biologica delle Ghiaie-Scoglietto-CapoBianco e l’Enfola, dove si apre anche un’altra spiaggia simbolo di Legambiente, Cala dei Frati, che resta ancora inaccessibile da terra, ma un incontro tra il nuovo Sindaco di Portoferraio, Mario Ferrari, ed esponenti di Legambiente Arcipelago Toscano, tenutosi il 31 luglio nel Municipio del capoluogo elbano, sembra aver riaperto l’iter per rendere accessibile anche quest’altra magnifica spiaggia incontaminata. «Abbiamo molto apprezzato la concretezza del Sindaco Ferrari», ha detto Umberto Mazzantini, responsabile isole minori di Legambiente che ha partecipato all’incontro insieme a Luciana Gelli, una delle protagoniste della battaglia per la riapertura di Cala dei Frati, «Speriamo davvero che sia la volta buona».

Le Cannelle sono la seconda spiaggia per estensione dell’Isola del Giglio, a sud di Giglio Porto e Legambiente spiega che « Si può raggiunge dal Porto per via mare con i barcaioli o, per coloro che amano camminare, attraverso un tragitto a piedi di 15 minuti. La spiaggia è caratterizzata da una sabbia fine di quarzo ed è bianca. Le acque cristalline e la cornice a sassi rotondi ne fanno forse la più “gustosa” spiaggia dell’isola. Infatti il fondale è dolce e non scende a picco, ideale per i bambini

Collelungo «E’ tra le più belle spiagge del Parco della Maremma: una lunga e ampia distesa di sabbia fine e bruna costellata da dune alte, sabbiose e ricoperte dalla tipica vegetazione dunale. Ogni tanto è possibile scorgere qualche volpe che passeggia indisturbata sulla sabbia. Si raggiunge entrando nel Parco e seguendo i sentieri e i percorsi indicati.