La Toscana e le Aree protette in cerca di casa

[12 gennaio 2015]

Anche in Toscana, in diversi ambiti territoriali, è in corso una discussione sul destino di alcune aree protette. In qualche caso si tratta degli effetti derivanti dalla messa in pensione delle province come per il parco interprovinciale dei Montioni e quello dei Monti Livornesi. Idem per alcune ANPIL che avrebbero dovuto passare alle province e che ora sono perciò anch’esse senza casa.

Poi ci sono situazioni come quelle della Val di Cornia dove non si riesce a venire a capo di questioni aperte da tempo che ora si sono complicate vuoi per l’arrivo di nuovi soggetti come il parco minerario ma anche per l’orientamento di alcuni comuni che sembra non  abbiano di meglio da fare per ‘risparmiare’ di chiudere baracca con le politiche di tutela.

E’ vero che presto dovremo avere la nuova legge regionale che sicuramente dovrà aiutarci a mettere ordine. Ma nei territori citati dove non operano i nostri 3 parchi regionali servono decisioni che  sebbene auspicate e sostenute da tempo non hanno finora trovato un ragionevole approdo.

La nuova legge potrà aiutarci ma  da sola non basterà. I comuni con la regione dovranno riuscire a concordare le risposte indispensabili e non rinviabili.

Le opinioni espresse dall’autore non rappresentano necessariamente la posizione della redazione