Tottoi, un cartone animato unisce Sardegna, Grecia e Giappone per salvare la foca monaca

[29 ottobre 2015]

tottoi foca monaca

Tottoi è la storia di un ragazzino di Cala Gonone, nella costa orientale della Sardegna, che scopre l’esistenza di un cucciolo di foca monaca all’interno delle Grotte del Bue Marino – dove fino agli anni sessanta era presente una colonia del mammifero – con cui stabilisce un intenso  rapporto. L’arrivo di un uomo d’affari americano senza scrupoli che vuole catturare Zabaione, questo il nome dato da Tottoi al cucciolo, per rivenderlo ad uno zoo  fa reagire il protagonista che fa arrestare la banda di malfattori. Uno dei primi romanzi con anima ecologista che nel 1992 conquistò anche la Nippon Animation – una della più grandi case di produzioni giapponesi – che realizzò il cartone inviando i suoi disegnatori nella costa di Cala Gonone con la riproduzione molto fedele non solo dei luoghi ma della stessa comunità. Nella storia animata si vedono infatti i protagonisti che mangiano il pane carasau, bevono il vino cannonau e ballano i balli sardi.

L’opera è inedita in Italia, ma con un laboratorio didattico della scuola media Salvatore Fancello di Dorgali – gli studenti della 1 A guidati dal docente Francesco Ticca e dai colleghi Donato Di Iorio e Mariano Incollu – è stato sperimentato un doppiaggio tra italiano ed espressioni in sardo. Il video prodotto è stato poi presentato in anteprima alla rassegna “Cinema e Ambiente” di Dorgali grazie alla collaborazione con il direttore artistico Gian Basilio Nieddu.  Il filmato ha entusiasmato la docente  Francesca Bartoletti che già lavorava ad un progetto sulla Foca Monaca con i suoi studenti della Scuola Italiana di Atene che in collaborazione con Il MOm (organizzazione non-profit greca  che studia e  salvaguardia il mammifero) hanno prodotto elaborati e adottato un cucciolo di foca monaca: Nefeli.

Dalla Grecia alla Sardegna con gli studenti della scuola di Atene che leggono e studiano “Tottoi” . Poi l’invito della docente Bartoletti al giornalista Gian Basilio Nieddu e al professor Francesco  Ticca che nei giorni scorsi hanno tenuto una lezione su Foca Monaca nel Golfo di Orosei, “Tottoi” ed ambiente nell’istituto didattico ateniese diretto dal dirigente Emilio Luzi. Un incontro aperto dagli studenti della classe quarta che hanno messo in scena  il protagonista del romanzo di Padoan e introdotto i relatori sardi e Stella Adamantopoulou, responsabile della sezione di Atene del MOm, che ha spiegato biologia e condizione attuale della foca monaca in Grecia: «Dove la popolazione è in aumento e quindi  ci sono più esemplari che si spostano nel Mediterraneo. E questo spiega l’aumento degli avvistamenti, come quello di quest’estate in Sardegna».  Insomma buone notizie per il mammifero che dalle coste sarde è sparito da tempo, non ci sono più colonie come in Grecia ma solo esemplari isolati che si spostano lungo il Mare di Sardegna.

Adesso Bartoletti pensa ad ampliare il progetto: «Attraverso un approfondimento dello scambio culturale e un viaggio degli studenti a Cala Gonone per conoscere la comunità dorgalese e i luoghi descritti nel romanzo e nel cartone animato dedicato a Tottoi e al cucciolo di foca Zabaione».

Videogallery

  • Tottoi the secret of seal