Tre comuni per un golfo: a Follonica un tavolo comune per politiche ambientali coordinate

[25 gennaio 2016]

golfo di follonica

I confini amministrativi sono cosa ignota alla natura, che non si delimita certo nell’appartenenza a un Comune piuttosto che ad un altro. Quando in ballo c’è lo sviluppo sostenibile di un territorio, il coordinamento tra enti diversi offre indubbiamente una marcia in più: con questo spirito i comuni di Follonica, Piombino e Scarlino hanno firmato oggi un protocollo d’intesa non a caso battezzato “Politiche Coordinate della Costa e del Mare del Golfo di Follonica”.

Un protocollo che porta alla conseguente creazione di un “Tavolo del Golfo”, che del documento siglato sarà l’espressione concreta. Questo tavolo permanente rappresenterà un luogo di confronto,”di analisi di scambio di informazioni e di progettualità per la condivisione di azioni comuni, soprattutto a tema ambientale. Nel protocollo sono difatti già evidenziati una serie di fenomeni in corso nel golfo che dovranno essere presi in considerazione nella pianificazione delle attività da parte dei comuni: la riduzione delle praterie di poeseidonia oceanica, la ridotta capacità riproduttiva della fauna ittica, che si traduce anche in una perdita di biodiversità delle specie con conseguenze negative sotto il profilo qualitativo ed economico anche per il settore della pesca, l’azione dell’erosione costiera sui litorali sabbiosi, il mancato apporto sedimentario dei corsi fluviali.

«Partendo dalle necessità di un territorio omogeneo, che è quello del golfo di Follonica  – spiega il sindaco Massimo Giuliani – guardiamo a un orizzonte più vasto al di là dei confini amministrativi per affrontare da subito questioni cruciali in questo ambito con un’unica visione strategica. E’ quindi un’iniziativa che guarda al domani  con l’obiettivo di mettere insieme esigenze e interessi diversi su questo territorio: la tutela dell’ ambiente e del paesaggio e la presenza di attività produttive che siano sempre più compatibili».

Sarà il Comune di Follonica (dove oggi è stato firmato il protocollo alla presenza dei tre sindaci, esponenti delle giunte e con la partecipazione del sottosegretario all’Ambiente Silvia Velo) a coordinare il Tavolo del golfo, che comunque si riunirà a rotazione, a seconda delle esigenze, presso tutti i Comuni firmatari. Gli obiettivi programmatici esplicitati nel documento siglato oggi sono quelli di promuovere progetti comuni per la salvaguardia e la valorizzazione della biodiversità marina, condividere le azioni per la difesa della costa, coordinare le azioni nei confronti della Regione Toscana in materia di acque di balneazione, e molto altro.