Il delegati del Congresso di Alliance e Legambiente tolgono i rifiuti portati dalla scorsa alluvione

Volontari di tutto il mondo ripuliscono il Parco della Maremma dai rifiuti post-alluvione

In Maremma 100 rappresentanti delle principali 50 organizzazioni di volontariato del mondo

[6 novembre 2014]

L’alluvione del 14 ottobre aveva disseminato di rifiuti di ogni genere l’area del Parco regionale della Maremma e i rappresentanti delle 100 associazioni impegnate in questi giorni nel congresso internazionale di Alliance, ospitato nel Centro nazionale di Legambiente a Rispescia, sono intervenuti con un’operazione di pulizia che ha riempito diversi sacchi di rifiuti, contenenti soprattutto oggetti in plastica e polistirolo. Dalla spiaggia è stato rimosso anche un vecchio autoclave portato dal mare. Un’azione dei volontari che è stata fondamentale non solo per la pulizia e sensibilizzazione ma anche come lezione sull’importanza di difendere il territorio dal rischio idrogeologico.

Angelo Gentili, della segreteria nazionale di Legambiente, ha sottolineato che «L’azione di pulizia post alluvione da parte dei giovani volontari provenienti da tutto il mondo, e riuniti qua da noi per una settimana, è un’occasione concreta per dimostrare la necessità di un piano di prevenzione e di messa in sicurezza dei territori per il futuro: l’alluvione nel grossetano del 14 ottobre scorso dimostra infatti come dal 1966 la situazione non è cambiata”.

Il Congresso di Alliance è un evento di enorme portata ricco di tematiche e contenuti attuali e significativi. In Maremma sono giunti rappresentanti delle organizzazioni europee ed extraeuropee (come Germania, Spagna, Romania, Grecia, Turchia, Giappone, ecc.) per decidere le future strategie rispetto al ruolo del volontariato e del terzo settore nel mondo, incentivando la tutela ambientale e di protezione civile nei territorio, oltre al ruolo di pace e cooperazione tra i popoli.

Secondo la presidente di Alliance, Chrysafo Arvaniti, «L’impatto di questa azione di volontariato che abbiamo può raggiungere tutto il mondo grazie proprio alla rete Alliance, che ogni anno muove circa 20000 volontari attraverso 2000 campi di volontariato. Tutto questo coinvolgendo più di 50 associazioni in tutta Europa e non solo».

Soddisfatta per questo impegno internazionalista la presidente del Parco della Maremma,  Lucia Venturi, che conclude: «Voglio ringraziare i delegati delle associazioni di volontariato internazionale riuniti nell’Alliance che hanno dato il loro contributo ripulendo la spiaggia di Marina di Alberese sino alla foce dell’Ombrone, dai rifiuti che si sono spiaggiati poche settimane fa. Un gesto di solidarietà con il nostro territorio che si somma a quanto già fatto il 26 ottobre da altri volontari assieme alla Cooperativa Le Orme e alla Cooperativa Silva, a dimostrazione della grande importanza degli interventi dei cittadini».