Il Waldrappteam sull’uccisione dell’Ibis eremita: «Atti spietati arcaici e completamente privi di senso» (VIDEO)

Quanti sono gli uccelli abbattuti illegalmente in Italia lasciati poi lì a marcire come immondizia?

[7 novembre 2016]

ibis-brescia

Bentornato Ibis, la pagina Facebook in italiano del Waldrappteam, che gestisce il progetto Life Reason of Hpope per la reintroduzione in natura degli ibis eremita (Geronticus eremita), estintisi in Italia e oltralpe,  commenta il quarto abbattimento in poche settimane nel nostro Paese di uno di questi rarissimi uccelli. Un bracconaggio insensato di animali confidenti dell’uomo, addestrati a seguire ultraleggeri per imparare la rotta migratoria dall’Austria a Orbetello,  che sta coprendo l’Italia di vergogna in tutta Europa. Enno era un giovane ibis eremita cresciuto nella colonia di Burghausen in Baviera. Enno è stato ritrovato ieri in Val Camonica,  in Provincia di Brescia, letteralmente crivellato da pallini da caccia: il centro recupero am nimali selvatici del Wwf che lo ha ritrovato ne ha contati almeno 80. Come negli altri casi, una volta abbattuto è l’ibis e stato semplicemente abbandonato dai bracconieri, come si trattasse di spazzatura.

 

Ecco cosa scrive il Waldrappteam:

Enno è lui l’ennesima vittima del bracconaggio in Italia.  Il giovane ibis eremita maschio è stato ucciso a fucilate a nord di Brescia in Val Camonica lo scorso giovedi, le immagini parlano da sole.

Il fatto che Enno fosse ancora nel nord Italia è la diretta conseguenza dell’uccisione di Tara  in provincia di Vicenza. Tara era infatti la guida di Enno,  il quale senza un punto da riferimento da seguire non aveva alcuna possibilità di trovare da solo la via verso l’area di svernamento ad Orbetello.

Non possiamo più considerare queste come offese occasionali perpetrate da poche pecore nere inserite nel mondo venatorio.

Questi sono atti spietati arcaici e completamente privi di senso che hanno come unico obiettivo quello di distruggere la biodiversità.

E non si tratta di un problema limitato alla popolazione europea di Ibis eremita. Non possiamo neanche immaginare quanti siano, ogni anno, gli uccelli abbattuti illegalmente in Italia lasciati poi lì a marcire come immondizia….

Si tratta di un vero e proprio tradimento dei valori umanitari che stanno alla base della nostra società, un crimine contro la natura, la distruzione della speranza per i nostri bambini.

Le cose devono cambiare nell’interesse dell’intera società europea!

Noi del Waldrappteam faremo tutto il possibile!

Vi prego aiutateci!

Chiediamo in particolare a tutti in cacciatori di non accettare, non coprire e non  nascondere  questi fatti insensati!

Waldrappteam

Videogallery

  • Ibis Eremita all'Aeroporto di Thiene in Slow Motion