Wisdom, l’uccello marino più vecchio del mondo, è tornata a nidificare a Midway

Una albatros di Laysan che ha circa 68 anni che finora ha allevato ben 35 pulcini

[7 dicembre 2018]

Il 29 novembre Wisdom (Saggezza), una femmina di albatros di Laysan (Phoebastria immutabilis)  che è l’uccello marino inanellato più vecchio del mondo che si conosca in natura, è tornata al suo nido nel Midway/Pihemanu Atol National Wildlife Refuge  e nel Battle of Midway National Memorial e i biologi hanno confermato che ha depositato un uovo.

Wisdom è stata inanellata per la prima volta – già da adulta – nel 1956, e sebbene abbia almeno 68 anni, ogni anno torna nello stesso nido a  Midway  insieme al suo compagno  Akeakamai.

Gli albatros spesso depositano un uovo ogni tre anni,  ma Wisdom e Akeakamai  dal 2006 tornano ogni anno a nidificare a Midway/Pihemanu. Gli albatros di Laysan trascorrono il 90% della loro vita sorvolando il mare aperto, dove si posano ogni tanto, e mangiando calamari e pesci. Wisdom, come tutti gli albatros, ritorna quasi ogni anno nel luogo in cui è nata insieme a oltre un milione di altri albatros di Laysan, il che rende il Midway Atol National Wildlife Refuge – Battle of Midway National Memorial  uno dei siti per la salvaguardia di grandi colonie di uccelli marini più importanti del mondo.

Quando il biologo biologo Chandler Robbins (poi diventato molto famoso e che purtroppo è scomparso)  inanellò Wisdom nel 1956 durante uno dei primi censimenti dell’avifauna, Midway Island era un avamposto strategico per la US Navy e il nido di Wisdom era vicino a una delle caserme. Quella fu la prima stagione nidificatoria che Robbins  passò su Midway, dove stava studiando le colonie di albatros e al quel tempo Wisdom  non aveva niente di speciale, e non si chiamava nemmeno Wisdom era solo una femmina di albatros di circa 6 anni tra le centinaia di migliaia che avevano fatto ritorno a Midway e una degli 8.400 albatros inanellati in quell’anno.

Come raccontano i biologi della Pacific Region dell’United States Fish and Wildlife Service (Usfws), «Per uno strano scherzo del destino, fu lo stesso Robbins a “riscoprire” Wisdom 46 anni dopo, durante un censimento vicino allo stesso sito di nidificazione. Mentre registrava il numero del suo anello, notò che era stato lui a registrarla originariamente tanti anni prima durante la sua prima stagione su Midway». Robbins non ha potuto vedere ritornare ancora una volta Wisdom su Midway: è morto nel  2017.

In passato, molti albatros venivano inanellati con fascette di alluminio che a volte venivano corrose dalla sabbia e dall’acqua salata. I primi anelli spesso cadevano via dalle zampe degli uccelli in 20 anni o anche meno. Fortunatamente, gli anelli di Wisdom  sono stati continuamente rimpiazzati e, grazie alla registrazione meticolosa dell’inanellamento degli uccelli su Midway, i biologi sono stati in grado di confermare che Wisdom è la stessa femmina inanellata per prima da Robbins. I biologi Usfws  sono convinti di poter trovare altri albatros altrettanto o forse più vecchi di Wisdom mano a mano che sostituiscono le fascette di riconoscimento nelle affollate colonie dell’atollo.

Gli Albatros vennero inanellati per la prima volta a Midway nel 1936 e oggi ne sono stati identificati così oltre 250.000. Ma l’inanellamento cessò con la Seconda Guerra mondiale e riprese solo dopo la grande battaglia di Midway che segnò la svolta nella guerra contro il Giappone e dalla quale prende il nome il Battle of Midway National Memorial.

Le campagne di inanellamento hanno aiutato gli scienziati a comprendere i complessi cicli di vita e gli schemi migratori degli uccelli in tutto il mondo. «Accoppiando l’analisi di dati moderna ai dettagliati dati attuali e storici – spiegano all’Usfws Pacific Region –   possiamo capire meglio le rotte migratorie di milioni di uccelli e individuare i cambiamenti in questi modelli. Queste informazioni aiutano gli scienziati a prendere decisioni di gestione migliori che garantiscono che gli uccelli marini abbiano l’habitat e le risorse di cui avranno bisogno in futuro.

L’atollo di Midway/Pihemanu è formato da due piatte isole sabbiose circondate da un mare turchese e da una spettacolare barriera corallina e ospitano, nel bel mezzo dell’Oceano Pacifico, una enorme colonia nidificante di più di 3 milioni di uccelli che ora è tutelata anche dal Papahānaumokuākea Marine National Monument, una delle più grandi aree marine protette del mondo che è stata istituita intorno alle Northwestern Hawaiian Islands e il cui nome ricorda l’unione di due antenati degli hawaiani – Papahānaumoku e Wākea – che hanno dato origine all’arcipelago hawaiano, alla pianta del taro e al popolo hawaiano.

La biologa dell’ Usfws Pacific Region Beth Flint, spiega che «Stare a Midway durante la stagione di nidificazione è un’esperienza travolgente. Sei bombardata dai suoni e dagli odori di 1,2 milioni di albatros e di oltre tre milioni di uccelli marini. Ogni piede quadrato di terra e gran parte del terreno sotto i tuoi piedi è occupato da un uccello nidificante. È come un altro mondo». ”

Quasi il 70% degli albatros di Laysan di tutto il mondo, quasi il 40% degli albatros dai piedi neri (Phoebastria nigripes) e alcuni rarissimi albatros dalla codacorta o di Steller (Phoebastria albatrus) nidificano a  Midway/Pihemanu insieme a 20 diverse specie di uccelli che vivono sull’atollo. Bob Peyton, project leader del Midway Atoll National Wildlife Refuge – Battle of Midway National Memorial, evidenzia che «Gli albatros di Laysan e gli altri uccelli marini dipendono dall’habitat protetto dall’atollo di Midway e da altri remoti rifugi della fauna selvatica remota del Pacifico per allevare i loro piccoli. Grazie al duro lavoro dei nostri volontari, siamo stati in grado di ripristinare l’habitat nativo di cui gli uccelli hanno bisogno per i siti di nidificazione, garantendo un futuro a questi uccelli marini».

I biologi del Fish and Wildlife Service Usa sono ancora al lavoro ripristinare l’habitat degli uccelli marini nell’atollo di Midway e in tutto il Pacifico e per eradicare minacce come i predatori invasivi, «Perché proteggere il futuro degli uccelli marini significa proteggere i luoghi che chiamiamo casa». Ma gli uccelli marini di Midway, sopravvissuti alla guerra e alle basi militari, stanno affrontando un nemico contro il quale sono disarmati: i topi.

Per Wisdom e Akeakamai  e gli altri albatros allevare un pulcino non è una cosa facile: gli albatros depongono un solo uovo e lo covano per poco più di due mesi, dopo la schiusa ci vogliono altri cinque mesi prima che il giovane albatros si involi. Quindi gli albatros passano sette mesi d su Midway per allevare un pulcino, alternandosi nella cova e nelle uscite per foraggiarsi,, una nidificazione che richiede tanto tempo ed energia che è difficile trovare albatros come Wisdom e Akeakamai  che tornano ogni anno a nidificare sull’atollo.

Raggiunti i 5 anni di età un albatros comincia a cercare il compagno/a con il quale passerà tutta la vita e che a ogni stagione riproduttiva corteggerà con un’elaborata danza.

Ma  Wisdom  sembra essere proprio una super-mamma: il pulcino che ha allevato nel 2001  nel 2017 è stato osservato a pochi passi dal suo nido  e un’altra biologa all’Usfws Pacific Region, Kelly Goodale, conclude: «L’habitat dell’atollo di Midway non ospita solo milioni di uccelli, ospita innumerevoli generazioni e famiglie di albatros. Provate a immaginarvi quando Wisdom ritorna a casa: è probabilmente circondata da quelli che una volta erano i suoi pulcini e potenzialmente dai loro pulcini. Che riunione di famiglia!».