Wwf: la tartaruga marina torna a nidificare a Menfi

Nido protetto da volontari Wwf e Officinambiente, premiato comportamento virtuoso dei Comuni costieri

[6 luglio 2017]

Sembra proprio l’estate delle Tartarughe marine: la notte scorsa una Caretta caretta è tornata a deporre le uova sulla spiaggia di Menfi (Lido Fiori), in provincia di Agrigento. Ad accorgersene Franco Mirabello socio dell’Associazione camminatori di Menfi, che immediatamente ha contattato il Wwf  Sicilia Area Mediterranea. Sul posto oltre all’associazione del panda sono giunti i volontari dell’Associazione OfficinAmbiente, poi la Guardia Costiera e la ripartizione Faunistico Venatoria di Agrigento.

Il Wwf ricorda che «L’anno scorso sia Menfi che Sciacca furono scelte dalle tartarughe per la deposizione, e il ritorno non è casuale: i Comuni hanno infatti dimostrato la loro sensibilità ambientale e hanno fatto sì che le spiagge, nonostante la presenza dei turisti, rimanessero idonee alla deposizione.  Il nido è stato recintato e messo in sicurezza grazie al lavoro dei volontari, coordinati da Dylan Pelletti di Wwf Young».

In Italia sono attualmente 9 i nidi di tartaruga marina di cui si è avuta notizia certa.  Su alcuni, infatti, ci sono verifiche in corso: spesso le tartarughe marine risalgono le spiagge ma per diversi motivi (disturbo da parte di persone o animali, presenza di luci artificiali che possono disorientarle) alla fine non depongono. Di questi 9 nidi, 4 sono seguiti dal Wwf: Licata e Menfi (AG), Castellaneta (TA), e Villapiana (CS).

Menfi è stata premiata con la bandiera blu ed è parte del Progetto europeo Euroturtles di cui il Wwf  Italia è partner, che ha l’obiettivo di realizzare “azioni collettive per implementare lo status di conservazione della popolazione europea di tartarughe marine” e che in Italia viene svolto in Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia