Zambia: tolto il divieto di caccia ai leoni e leopardi

Petizione degli ambientalisti: impediamo ai bracconieri autorizzati di eradicare i leoni

[26 maggio 2015]

Leone Zambia

Gli ambientalisti dello Zambia hanno lanciato su Change.Org  la petizione  “Save Zambia’s Lions from licensed hunters”, indirizzata alla ministra  del turismo e delle arti Jean Kapata per chiederle  di rivedere la decisione di riconsentire la caccia ai grandi felini nello Zambia.

Nel 2013 il governo di Lusaka aveva deciso di vietare la caccia ai leoni e leopardi e agli altri grandi felini a causa della diminuzione della fauna. I leoni dello Zambia erano tra i  2.500 e i 4.700 esemplari e stavano diminuendo a causa del bracconaggio.

La settimana scorsa la Kapata ha annunciato la fine del divieto di caccia ai leoni e  leopardi nelle riserve naturali dello Zambia ed ha assicurato che la caccia ai leoni sarebbe ripresa nella stagione 2016-2017 e la caccia ai leopardi già nella stagione 2015-2016. Secondo la Kapata, «I safari sono una fonte di entrate molto buona e permettono di ridurre la fauna, il che può essere benefico per tutti i cittadini se questa operazione è gestita correttamente. Dei i profitti della caccia i grandi felini potrebbero beneficiarne la conservazione della fauna selvatica, nonché le condizioni di vita delle comunità rurali»..

Ma Moyo Banda, che ha promosso la petizione per conto delle associazioni ambientaliste zambiane per raccogliere un sostegno internazionale,  risponde alla ministra: «Questo è sbagliato. Abbiamo bisogno dei leoni  nei parchi nazionali e nella savana dello Zambia. E’ meglio che i turisti vengano a vedere i leoni in Zambia e che spendano del denaro nel turismo, piuttosto che uccidere gli animali. Alla fine, tutti I leoni saranno ammazzati. Impediamo a questi bracconieri con il permesso di eradicare i leoni dalle nostre jungle».