Aree protette, la sottosegretaria Degani: «Rafforzare i parchi per sviluppare green economy»

[2 maggio 2014]

E’ iniziata ieri e si concluderà il 4 maggio a  Trezzo sull’Adda e nel Parco Adda Nord  la prima edizione dell’ International Parks Festival. «Il Festival nasce per ascoltare e far ascoltare i punti di vista dei parchi – spiega il presidente del Parco Adda Nord e vice presidente di Federparchi Agostino Agostinelli – di chi opera in aree da tutelare e conservare, sia tra loro sia con le istituzioni, associazioni  e tutta la  rete di relazione di esperti e fornitori di tecnologie e servizi».

Aprendo la manifestazione, Barbara Degani, sottosegretario all’Ambiente, ha detto che «Rafforzare il ruolo delle aree protette dell’arco alpino italiano all’interno della regione alpina e nel contesto transfrontaliero è l’obiettivo della Presidenza italiana della Convenzione delle Alpi. Questo obiettivo condiviso nasce dal confronto tra Regioni, Federparchi, Aree protette nazionali, regionali e gestori di siti Natura 2000 con il Ministero dell’ambiente nel ruolo di coordinatore al fine di rafforzare le aree protette stesse e gli ecosistemi protetti per lo sviluppo territoriale, economico e sociale della regione biogeografica alpina in una cornice di sostenibilità.  Turismo, eccellenze agroalimentari, paesaggi naturali e patrimonio culturale sono tra gli strumenti più forti per una ripresa economica fondata sui nuovi lavori e sulla green economy».

Gli organizzatori dell’International Parks Festival  (la Città di Trezzo d’Adda, Federparchi, il  Parco Adda Nord e FE.DA) sottolineano che l’iniziativa «Nasce con l’obiettivo di  far  incontrare e dialogare il mondo dei parchi,, offrire al cittadino il valore della natura che sta cambiando radicalmente, come stanno cambiando i modelli di riferimento, le idee su come salvaguardare questo patrimonio a cui va riconosciuto un determinante interesse sociale. Oggi per il cittadino gli enti parchi sono i custodi di questo patrimonio a cui delegano la gestione consapevoli di poterne usufruire e vivere le bellezze e le ricche opportunità che essi offrono. Oggi consapevolmente si parla di parchi come di luoghi accessibili ove usufruire della qualità più elevata di benessere psico-fisico. International Parks Festival nasce con un duplice impegno far  incontrare e dialogare il mondo dei parchi , offrire al cittadino il valore della natura che sta cambiando radicalmente, come stanno  cambiando i modelli di riferimento, le idee su come salvaguardare questo patrimonio a cui va riconosciuto un determinante interesse sociale. I parchi sono spazi di formazione e conoscenza, da frequentare con l’attenzione ed il rispetto necessario ed  ammirarne la potenza delle bellezze estetiche, paesaggistiche e culturali che offrono. I parchi oggi sono garanti e depositari della natura, dei territori, della loro identità, delle fisionomie dei luoghi, delle storie, delle tradizioni, dei dialoghi e delle vicende ed esprimono esperienze vissute che li rendono eccellenze da vivere e frequentare. International Parks Festival vuole essere un palinsesto aperto dove accogliere e presentare questo mondo, un appuntamento dove agiscono come protagonisti necessità e strategie attivando un interscambio, per accrescere l’importanza, l’impegno, le sensibilità e le nuove scommesse per il mantenimento e la valorizzazione della natura».

 

Per maggiori informazioni:

http://www.internationalparksfestival.com/