Argini gonfiabili e paratie, le nuove armi della protezione civile contro le alluvioni

La Regione Toscana presenta il nuovo sistema di cui si sta dotando

[4 novembre 2013]

In occasione della ricorrenza dell’alluvione del 1966 che ha colpito Firenze, la Regione Toscana ha presentato un nuovo sistema di protezione civile. Si tratta di argini gonfiabili e paratie di cui la Regione si sta dotando per proteggere la città e altre parti del territorio maggiormente a rischio.

Gli argini gonfiabili sono sistemi mobili di protezione temporanea di pronto intervento, da predisporre nell’ambito delle attività di protezione civile, che già altri paesi soprattutto nordeuropei e gli Stati Uniti (sul Mississipi, nella stato della Luisiana, e nello stato di Washington), hanno utilizzato con successo per contenere le esondazioni. Le occasioni più recenti in cui sono stati usati sono state nel maggio di quest’anno in Francia a Buchères/Troyes e nel giugno scorso per 10 giorni in Ungheria per proteggere un terminal del gas dalla piena del Danubio. A Firenze gli argini gonfiabili saranno collocati nel tratto tra il Viadotto Marco Polo e il Ponte San Niccolò. Le paratie in parte del tratto che va da ponte San Niccolò a Ponte Santa Trinita.

La lunghezza degli argini gonfiabili assomma a 3,5 km complessivi (in sponda destra e sinistra d’Arno) e per montarli sono necessari 16 uomini (più 10 mezzi mobili camion e furgoni).che in massimo 4 ore li potranno rendere funzionanti.  La lunghezza delle paratie assomma a 2,2 km complessivi (solo in sponda destra) e anche per queste occorreranno 16 uomini 5 camion e 4 ore di lavoro.  Il costo a base di gara della fornitura, montaggio, manutenzione ordinaria degli argini gonfiabili e paratie è di circa 5 milioni per cinque anni. Ma è nulla a fronte del danno alle attività produttive (nel caso di alluvione tipo quella del ’66) che sarebbe pari nel solo centro storico, senza considerare il patrimonio artistico, a 2,7 miliardi di euro, e in tutta Firenze a circa 5 miliardi di euro, secondo uno studio dell’università di Firenze e dell’Autorità di Bacino.

Schema di installazione di argini e paratie a Firenze

1. Sistema di barriere gonfiabili in sponda destra tra Varlungo e il ponte di San Niccolò per una lunghezza complessiva di 2,3 Km.

2. Paratie soprastanti il muro d’argine sinistro in località Nave a Rovezzano per circa 200 m.

3. Sistema di barriere gonfiabili in sponda sinistra in località Nave a Rovezzano, da posare sulla testa dell’argine esistente. Lunghezza del tratto a 460 m.

4. Sistema di barriere gonfiabili in sponda sinistra a monte del ponte Giovanni da Verrazzano, da posare sulla testa dell’argine esistente. Lunghezza del tratto a 550 m.

5. Sistema di barriere gonfiabili in sponda sinistra per un tratto di 250 m tra il ponte di Giovanni da Verrazzano e il ponte San Niccolò.

6. Paratie soprastanti la spalletta d’argine destra tra Santa Croce e il ponte alle Grazie per circa 250 m.

7. Paratie soprastanti la spalletta d’argine destra tra il ponte alle Grazie e il ponte Santa Trinita per circa 700 m.

8. Sopralzo con paratia del muro d’argine sinistra in corrispondenza della traversa di San Niccolò per circa 350 m.

I ponti non necessitano di specifici interventi in quanto non risultano sormontati dall’acqua.