Arriva Festambiente, va in scena «il bello dell’Italia»

[31 luglio 2014]

«È bello vivere in Italia». Nonostante tutto, il Giardino d’Europa ha ancora molto da offrire. Lo sanno bene a Festambiente, il più grande festival ambientalista d’Italia, che per la sua ventiseiesima edizione seguirà proprio questo filo conduttore.

Il festival nazionale di Legambiente che si svolgerà quest’anno dall’8 al 17 agosto a Rispescia (Grosseto), nel Parco regionale della Maremma. «Quest’anno vogliamo dedicare la festa – afferma Angelo Gentili, coordinatore nazionale di Festambiente che ha presentato oggi ufficialmente il suo ricco programma – al piacere di riscoprire quanto è bello vivere in Italia. La nostra storia, i nostri paesaggi, i nostri borghi, le nostre specialità culinarie e le nostre bellezze naturalistiche e culturali devono spingerci a buttare il cuore oltre l’ostacolo della crisi economica, per far ripartire il Paese. Tutto questo cercheremo di comunicarlo attraverso le conferenze, le mostre, i film, gli spettacoli teatrali e i concerti che animeranno la festa dall’8 al 17 agosto. Ci saranno anche due notti bianche che prolungheranno la festa fino a tarda notte. Con Festambiente vogliamo anche sottolineare i nostri valori e le nostre idee: la tutela ambientale come vera priorità, la lotta alle mafie, il no agli Ogm per un’agricoltura più sana e legata al territorio, e il no alle grandi opere inutili e costose. Allo stesso tempo propone una società più etica, tollerante e solidale come principio fondamentale per guardare al futuro».

Anche l’assessore regionale all’Ambiente Anna Rita Bramerini, presentando oggi a Firenze la nuova edizione dei Festambiente, ha voluto sottolineare che «in un momento come l’attuale, abbiamo il compito, per non dire il dovere, di raccontare quanto di bello abbiamo, dal paesaggio, alle città, alle tante capacità, dalla creatività alla cultura, dalla ricchezza delle relazioni sociali, al coraggio e alla voglia di non rassegnarsi. Messaggi che sono vere e proprie vitamine e ricostituenti per il nostro Paese e per tutti noi.

E una cornice come Festambiente – ha continuato l’assessore – dove si intrecciano bellezza, responsabilità, cultura, solidarietà e attenzione, è ideale per lanciarli e recepirli. Tra le novità dell’edizione 2014 voglio segnalare lo spazio dedicato al riciclo, tema su cui la Regione Toscana sta investendo molto. Ci saranno infatti molte aree fatte con materiali riciclati, l’area relax ad esempio, l’ecocampo sport, parte della pista cross e il palco dei bambini così come i corridoi fuori alla casa ecologica, dove i materiali sono ricavati dal riciclo degli pneumatici usati, mentre parte degli arredi è fatto con cartone: un altro bel messaggio di cui andare orgogliosi».

Per ridurre l’impatto ambientale all’interno delle strutture e delle aree di Festambiente vengono infatti utilizzati materiali riciclati: ad esempio mobili e sedie in carta, pavimenti e rivestimenti derivati da pneumatici esausti, sculture in metallo estratto da oggetti destinati alla discarica o panchine e tavoli composti da plastica riciclata al 100%. All’interno della festa si differenziano i rifiuti raggiungendo il 90% della raccolta differenziata e si usano buone pratiche sia per il risparmio energetico sia per quello idrico: a tal proposito sarà allestita una Casa dell’acqua con la collaborazione dell’Acquedotto del Fiora. Anche le stoviglie dei ristoranti e dei bar sono in materiale biodegradabile e l’acqua viene servita solo in brocche di vetro. Tutto nell’ottica del rispetto dell’ambiente che ci circonda, per condividere e ribadire l’importanza di uno stile di vita sostenibile e consapevole. Infine anche quest’anno grazie alla campagna Azzero C02 le emissioni di anidride carbonica del festival vengono compensate tramite il progetto di riforestazione del parco del Delta del Po in Veneto.

Un motivo in più per una partecipare in modo responsabile a un festival che, a più di un quarto di secolo dalla sua prima volta, sa ancora guardare al domani senza rinunciare ad agire subito.

Info: L’ingresso 8 euro prima delle 20,00 e 12 euro dopo le 20. I bambini sotto i 12 anni entrano gratis. Per sconti, promozioni, abbonamenti e programma completo consultare www.festambiente.it.