Due autostrade verdi e 50 comuni in difesa della biodiversità

[12 maggio 2014]

Difendere la biodiversità varesina attraverso due indispensabili “autostrade” verdi. È stato firmato questa mattina a Villa Recalcati il “Contratto di rete”, un documento di governo territoriale che segna il culmine di un percorso i cui protagonisti sono Provincia di Varese, Parco Campo dei Fiori, Parco del Ticino e 50 Comuni della provincia con il sostegno di Regione Lombardia. Il Contratto riporta anche la firma dei rappresentanti Lipu-Birdlife Italia e della Fondazione Cariplo, partner determinanti del progetto che si è concluso con la sottoscrizione di stamattina.

Scopo del documento siglato è preservare i due corridoi naturali che, costeggiando il Lago di Varese e attraversando la provincia da nord a sud, collegano il Parco Campo dei Fiori al Parco del Ticino proteggendone le fondamentali connessioni ecologiche, anche in un’ottica di congiunzione tra le Alpi e gli Appennini e, di conseguenza, tra il nord Europa e il Mediterraneo. Si tratta di corridoi essenziali per la vita di flora e fauna perché sia gli animali che le piante, per sopravvivere, hanno bisogno di muoversi, migrare, scambiare il proprio patrimonio genetico con altri esemplari.

La forte antropizzazione di un territorio come quello varesino rappresenta un serio ostacolo alla mobilità ecologica. Strade, ponti, ferrovie, canali artificiali, cavi dell’alta tensione, ma anche insediamenti urbani ad alta densità abitativa costituiscono per animali e piante una barriera mortale o, quantomeno, invalicabile. Il progetto TIB nasce dall’esigenza di preservare e, dove necessario, ripristinare l’efficienza ambientale dei due corridoi individuati, così da garantire la funzionalità degli scambi ecologici tra il Parco Campo dei Fiori e il Parco del Ticino.  Si tratta di 59 chilometri complessivi di “autostrade” verdi che i Comuni coinvolti si impegnano a mantenere tali, evitando scelte di urbanizzazione che potrebbero comprometterne il valore ecologico.

In realtà, l’impegno preso stamattina da molti degli enti firmatari risale al 2008, quando col progetto “Rete biodiversità” Lipu e Provincia di Varese, grazie al sostegno di Fondazione Cariplo, individuarono i territori più idonei per la tutela delle connessioni ecologiche locali, conducendo studi che ne dimostravano l’importanza ambientale e disegnando l’effettivo percorso dei due corridoi.

Incontrando poi i primi cittadini e i responsabili del settore territorio di ciascun Comune toccato dai tracciati individuati, i promotori del progetto hanno informato e sensibilizzato gli Enti locali sulla necessità di preservare l’integrità ecologica dei territori di loro competenza, tanto che il 28 febbraio 2011 trentadue dei Sindaci interpellati hanno firmato il documento “Verso il contratto di rete”. In esso Lipu e Provincia dichiaravano l’impegno a ricercare e definire concretamente le azioni necessarie allo scopo individuato.

Grazie al finanziamento concesso dalla Comunità europea e agli sforzi congiunti di Provincia di Varese, Regione Lombardia, Fondazione Cariplo e Lipu, nell’ottobre del 2011 è stato avviato il progetto Life “TIB – Trans Insubria Bionet”, che porta a compimento il Contratto di Rete firmato oggi. Laddove l’efficienza dei due corridoi risultava compromessa a causa di infrastrutture e barriere preesistenti all’avvio del progetto,  TIB interviene con opere di deframmentazione, come sottopassi stradali, mensole lungo i corsi d’acqua e qualunque altro accorgimento utile per consentire alla fauna di superare l’ostacolo.

Il “Contratto di rete” firmato questa mattina rappresenta, dunque, un’importante garanzia sulla tutela dell’ambiente e della sua conservazione futura, non solo a vantaggio del territorio locale. La nostra provincia, infatti, rappresenta un essenziale anello di congiunzione tra le Alpi e gli Appennini e, di conseguenza, tra il nord Europa e il Mediterraneo. Preservare le due “autostrade” verdi varesine consentirà a numerose specie vegetali e animali di non perdere la rotta degli spostamenti essenziali alla loro sopravvivenza.

di Lipu-Birdlife Italia, foto di Marco Tessaro