Pericolo nucleare, violazioni dei diritti umani, nazionalismo e xenofobia in aumento

Il capo dell’Onu: allarme rosso per il mondo nel 2018. Appello all’unità (VIDEO)

Il cambiamento climatico è peggiorato a un ritmo allarmante

[2 gennaio 2018]

Il messaggio per l’anno nuovo del segretario generale dell’Onu, António Guterres, è stato inusualmente preoccupato, infatti ha sottolineato: «Non sto lanciando un appello, ma un allarme, un allarme rosso per il nostro mondo. All’inizio del 2018 chiedo unità. Possiamo risolvere i conflitti, superare l’odio e difendere i valori condivisi. Ma possiamo farlo solo insieme».

Guterres ha poi ricordato che un anno fa,  all’inizio del suo mandato, , aveva «lanciato un appello perché il 2017 fosse un anno di pace, ma purtroppo è successo il contrario» e ha citato «conflitti sempre più profondi, la preoccupazione per le armi nucleari mai così forte dalla Guerra Fredda, l’impatto del cambiamento climatico peggiorato ad un ritmo allarmante, la crescita delle disuguaglianze». Guterres ha proseguito ricordando che «Assistiamo a violazioni gravi dei diritti umani. Il nazionalismo e la xenofobia sono in aumento», Ma ha ribadito: «Sono intimamente convinto che possiamo rendere il nostro mondo più sicuro. Possiamo risolvere i conflitti, superare le divisioni, Ricostruire la fiducia riunendo i popoli intorno a obiettivi comuni. Ma per riuscirci dobbiamo essere uniti. L’unità è la strada da seguire: ne dipende il nostro futuro».

Videogallery

  • An alert for the world" - UN Secretary-General António Guterres, 2018 New Year Video Message