Clima, le 10 regole chiave del Wwf per le strategie low carbon: ambiziose, trasparenti e globali

Tutto il mondo sta guardando alla Ue per una leadership sul clima

[19 giugno 2017]

Il nuovo rapporto “Planning to succeed – How to build strong 2050 climate and energy development strategies”, pubblicato dal Wwf  e finanziato da Life Ue e Mava,  indica 10 elementi chiave per una strategia di successo su clima ed energia entro il 2050:

  1. Ambizione– Si pone obiettivi in linea con l’’Accordo di Parigi e l’obiettivo di limitare l’aumento della temperatura globale a 1.5°C .
  2. Ambito– Riguarda tutta la società e l’economia in modo trasversale.
  3. Attuabilità– Indica la direzione delle politiche e misure da mettere in atto nel breve, medio e lungo termine, tenendo conto e/o cambiando quelle esistenti.
  4. Integrazione– Considera e coordina tutti i piani e le strategie pertinenti.
  5. Impegno politico – Garantisce una leadership al più alto livello politico
  6. Monitoraggio– Prevede uno schema di monitoraggio e reporting
  7. Trasparenza– Garantisce che tutte le informazioni chiave siano pubbliche
  8. Partecipazione– Prevede meccanismi di coinvolgimento di tutti gli stakeholders
  9. Base analitica– Prevede la peer review dei modelli e delle analisi
  10. Revisioni– Prevede regolari revisioni della base analitica, delle politiche, delle misure, degli obiettivi.

Il Wwf ricorda che «Tutti i Paesi che aderiscono all’accordo di Parigi devono presentare un piano di riduzione delle emissioni al 2050. Nell’Ue, le strategie per il 2050 rientrano nel regolamento di governance della Energy Union, attualmente in fase di approvazione tra il Consiglio ed il Parlamento dell’Ue».

Mariagrazia Midulla, responsabile clima ed energia del Wwf Italia,  conclude: «Questo rapporto arriva in un momento in cui tutto il mondo sta guardando alla Ue per una leadership sul clima. I suggerimenti del rapporto Wwf sono la chiave per strategie 2050 efficaci, per garantire una piena attuazione dell’Accordo di Parigi e quindi per fare dell’Unione Europea un esempio da seguire. Il 2050 è vicinissimo in termini di politiche climatiche ed energetiche, quindi bisogna agire bene da subito.  Al momento non esistono studi sui criteri che le Strategie di decarbonizzazione a lungo termine devono avere, questo fornisce ulteriore interesse alle proposte del  Wf. Sono criteri che si possono applicare anche agli strumenti già sul tappeto, per esempio alla Strategia energetica nazionale attualmente in consultazione che purtroppo non pare porsi l’obiettivo di garantire da subito la traiettoria verso il 100% di energie rinnovabili, con una maggiore efficienza energetica, entro il 2050, come pure concordato a livello europeo».