Cosa sono quei lavori a San Giovanni? Legambiente scrive al Sindaco di Portoferraio

Asportata e ammucchiata vegetazione e realizzate canalizzazioni in area Pime

[11 settembre 2017]

Il Circolo Legambiente Arcipelago Toscano ha scritto al sindaco di Portoferraio Mario Ferrari (centrodestra)  per chiedere quale sia la natura dei lavori in corso in località San Giovanni, in terreni in area a pericolosità idraulica molto elevata (Pime) compresi tra via Damiani e il fosso del Condotto, a ridosso della scuola elementare della frazione portoferraiese.

Gli ambientalisti sottolineano che si tratta di «Importanti lavori di asporto della massa arbustiva e di ammasso dei rifiuti vegetali sul terreno comunale del parcheggio del Chicchero nonché dalla realizzazione di quelli che sembrerebbero canali di drenaggio» e ricordano che «Nell’area in questione  nel 2013 era stato realizzato e messo in vendita un progetto per realizzare un albergo ovviamente  non realizzabile perché in area Pime».

Secondo Legambiente, «Questi lavori rischiano di peggiorare la risposta idraulica dell’intera area che è priva di deflusso diretto al mare e mettono a rischio di inondazione l’abitato di San Giovanni Infatti il canale di scolo lungo l’asse di via Damiani e il mare, che faceva parte del fosso di gronda delle Saline, è tombato e ostruito; l’area del parcheggio del Chicchero è di fatto stata trasformata negli anni in una sorta di diga che impedisce il deflusso delle acque in mare, essendo stata utilizzata più volte come discarica mai risanata di dei residui dell’alluvione del 2002, dei rifiuti del dragaggio della rada e delle macerie di scorie di vario genere e di lavori svolti per conto del Comune e, in ultimo, dei rifiuti vegetali dei lavori sopra descritti». Inoltre, il Cigno Verde isolano  fa presente che «La massa di questi residui vegetali accumulati genera rischio incendio in prossimità dell’abitato».

Per questo Legambiente Arcipelago Toscano chiede al Sindaco di Portoferraio  «Quale sia la natura e lo scopo dei lavori in corso, realizzati anche con l’utilizzo di mezzi pesanti, in località San Giovanni e se quanto realizzato e in corso di realizzazione sia conforme alle autorizzazione eventualmente rilasciatee dal Comune di Portoferraio e ai vincoli idrogeologici, ambientali e di altro tipo ricadenti su un’area così delicata».