In Cina la desertificazione fa marcia indietro

Ma il 27,2% del territorio cinese è desertificato e l’avanzata della sabbia resta un grave problema

[29 dicembre 2015]

Desertificazione CIna

Secondo uno studio  pubblicato dall’Amministrazione nazionale delle foreste cinese, «La desertificazione in Cina si è attenuta nel corso degli ultimi 10 anni  e le regioni desertificate sono diminuite. A fine 20214. Le regioni desertificate si estendevano su 2,61 milioni di Km2 (cioè circa il 27,2% del totale del territorio cinese), un calo di 12.120 km2 in rapporto al 2009». E’ dal 1995, che ka Cina studia la desertificazione del suo territorio, emettendo un rapporto ogni 5 anni per fare il punto della situazione, ed è dal 2004 che le zone desertiche hanno iniziato a diminuire. Il quinto studio è stato avviato nel gennaio 2014 e mette insieme dati raccolti sul territorio e foto satellitari.

Lo studio reso noto oggi sottolinea che «A fine 2014, la Cina contava 1,72 milioni di Km2 di terre ricoperte da sabbia, cioè circa il 17,93% del  totale del suo territorio, in regressione di 9,902 km2 in rapporto al 2009».

Ma il direttore dall’Amministrazione nazionale delle foreste, Zhang Jianlong, sottolinea che «Malgrado questo notevole miglioramento, secondo gli studi, la desertificazione e l’avanzata della sabbia restano dei gravi problemi». Comunque le campagne di massa per il rimboschimento sembrano aver dato buoni risultati e la Cina ha dimostrato che con politiche nazionali, regionali e locali mirate si può fermare l’avanzata del deserto.