Dal Consiglio regionale via libera per gli interventi indifferibili e urgenti

Livorno, dopo l’alluvione serve di più: «Il nostro livello di attenzione deve alzarsi»

Rossi: «I climatologi ci hanno spiegato che questi eventi potranno ripetersi e la nostra regione vi è esposta»

[27 settembre 2017]

Il Consiglio regionale ha approvato ieri all’unanimità le tre proposte di legge trasmesse dalla Giunta regionale che definiscono gli interventi indifferibili e urgenti per fronteggiare le conseguenze degli eccezionali eventi alluvionali che hanno colpito Livorno e il suo territorio: come anticipato nella mattinata di ieri dal governatore Rossi, la Regione mette così a disposizione altri 28 milioni di euro per affrontare l’emergenza.

Tra le altre misure è stato approvato lo stanziamento di un contributo sociale a carattere forfettario a favore della popolazione dei comuni di Livorno, di Rosignano Marittimo e Collesalvetti: si tratta di 8 milioni di euro che serviranno ad aiutare le persone colpite dagli eventi per fronteggiare le prime spese necessarie per il reintegro dei beni di prima necessità. Per quanto riguarda invece le opere da attuare con urgenza si segnala l’intervento sul Rio Maggiore per mitigare il rischio idraulico legato al tratto tombato a cui si aggiungono quelli su Torrente Ugione, Rio Ardenza e Torrente Chioma per ripristinare e adeguare la capacità di deflusso.

Ma non si tratta solo di tamponare la crisi e riportare il territorio di Livorno alle condizioni pre-alluvione. L’evento meteorologico che ha devastato l’area è stato sì eccezionale, ma potrebbe ripresentarsi prima di quanto si pensi a causa del cambiamento climatico.

«Stiamo trattando un argomento non banale – ha spiegato il presidente Enrico Rossi – I climatologi ci hanno spiegato che questi eventi potranno ripetersi e la nostra regione vi è esposta. Abbiamo ben 350 pluviometri e altrettanti idrometri che ci permettono di misurare l’avanzamento della pioggia e i livelli delle acque nei fiumi. Adesso dobbiamo lavorare a che ci siano sempre comportamenti conseguenti a situazioni di rischio. Il nostro livello di attenzione deve alzarsi. Vorremmo uscire da Livorno non solo avendo ricostruito quanto dobbiamo, ma con un patrimonio in più: un livello di sicurezza maggiore».