AGGIORNAMENTI Maltempo, il bollettino dei disagi in Toscana secondo la Regione

Verso un miglioramento. Le notizie dei danni e dei rischi provincia per provincia

[5 marzo 2015]

La Regione Toscana aggiorna il bollettino del maltempo e  le previsioni per oggi, giovedì, e domani, venerdì 6 marzo. La perturbazione si attenua nella serata di giovedì (Allerta meteo sino a questa sera e si passa a  Criticità Ordinaria,  con conseguente riduzione del vento anche se si prevedono ancora forti raffiche di Grecale. Il mare sarà agitato e, domani, molto mosso.

Situazione e previsione. Una forte perturbazione sul Tirreno determina forti venti di Grecale sulla Toscana; nelle prossime ore e domani questa perturbazione, allontanandosi verso sud-est, permetterà una graduale attenuazione del vento.  VENTO: fino al pomeriggio di oggi, giovedì, venti di Grecale fino a burrasca con raffiche in pianura fino a 90-110 km/h, localmente superiori sui rilievi. Dalla sera di oggi, giovedì, è prevista una graduale attenuazione dei venti che, tuttavia, risulteranno ancora forti con raffiche fino 60-90 km/h. Domani, venerdì, venti forti di Grecale con raffiche ancora fino a 60-90 km/h.  MARE: fino al tardo pomeriggio di oggi, giovedì, mare agitato sull’Arcipelago. Dalla sera di oggi, giovedì, moto ondoso in attenuazione fino a mare molto mosso. Domani, venerdì, mare molto mosso sull’Arcipelago. Anche per sabato si prevedono forti venti di Grecale.

Livorno.  Ancora situazioni di criticità in provincia di Livorno e all’isola d’Elba, parte occidentale. Dalla Soup viene comunicato che: nel Comune di Castagneto Carducci il servizio di forestazione della provincia ha liberato il Viale di Bolgheri tagliando 12 alberi caduti, mentre a Donoratico vicino alla stazione ferroviaria ed alla caserma dei Carabinieri è stato eseguito l’intervento dei Vigili del Fuoco di Livorno per un grosso pino che metteva a rischio sia il tratto ferroviario che la stazione dei carabinieri. Domani la rimozione. Da stasera due famiglie saranno evacuate e sistemate in albergo. Viabilità provinciale: la SP 2 la “Cerreta” è stata riaperta al transito, a breve saranno riaperte, dopo gli interventi di somma urganza, anche la SP 329, la SP 17 e la SP 39. Nella tarda mattinata sono state riattivate le forniture di Enel e Telecom. All’isola d’Elba è stato attivato il Centro operativo intercomunale a La Pila. A Marciana Marina la viabilità lungo il porto è stata chiusa al traffico per la forte mareggiata. Il mare mosso ha invaso la zona del Cotone, la zona portuale e la spiaggia della Fenicia. Preoccupazione a causa del vento per le strutture presenti, ristorante, case private, e piazzale. Invaso dalla mareggiata anche il parcheggio di Sant’Andrea, con erosione della la spiaggia antistante. Intaccata anche la struttura muraria delle sponde del fosso di San Giovanni. A Campo nell’Elba viene segnalata forte erosione delle spiagge di Pomonte, Fetovaia, Cavoli, Seccheto.  Danneggiamenti importanti riguardano anche San Piero in Campo (illuminazione pubblica del Piazzale Belvedere). Sono continuati i sopralluoghi dei tecnici comunali per gli altri comuni coinvolti.

Firenze. Al Mugello, sull’Appennino, il vento ha toccato forse il record di tutta la regione, con punte fin oltre 150 chilometri all’ora. Vento di burrasca da nord este che ha soffiato forte su tutta il territorio fiorentino, con raffiche fino a cento chilometri all’ora e piante cadute a terra, ma anche laterizi, coperture di tetti e segnaletica stradale. Secondo il report della sala operativa regionale della protezione civile i disagi sulla viabilità hanno interessato numerosi comuni della città metropolitana, in montagna e in pianura: Barberino di Mugello, Borgo S.Lorenzo, Scaperia e San Piero a Sieve, Firenzuola, Dicomano, Vicchio, Firenze, Campi Bisenzio, Sesto Fiorentino, Fiesole, Vaglia, San Casciano in Val diPesa, Londa, Rignano, Reggello, Lastra a Signa, Calenzano, Pelago e Montorsoli. Qualche albero è caduto su auto di passaggio o in sosta. In diversi comuni del territorio è stata segnalata anche la mancanza di corrente elettrica, conseguenza anche in questo caso di piante sradicate e cadute sulle linee aeree ma anche di sostegni rovinati a terra. Non si conoscono i tempi entro cui Enel riuscirà ad attivare il servizio.Per gli alberi caduti sono state temporaneamente chiuse la Strada regionale 65 della Futa da Montecarelli nel comune di Barberino di Mugello, la strada provinciale 85 di Vallombrosa, la Sp 107 di Legri e la Sp130 di Monte Morello. Il vento ha divelto anche diverse coperture in amianto. Sul passo della Consuma e della Raticosa si segnala neve.

Siena. 

Le forti raffiche di vento che hanno spazzato per tutta la mattina anche la provincia di Siena hanno causato cadute di piante, intonaci e cornicioni. Sono state chiuse scuole e strade. Le principali criticità segnalate dalla Soup si sono verificate e ad Asciano, dove sono state chiuse le scuole materna ed elementari, Abbadia San Salvatore, Pienza e Monticchiello.  Ad Abbadia San Salvatore il forte vento ha fatto cadere tre grossi pini nel parco urbano La Pineta, nalla zona fra via Adua e via Case Nuove. Ed è proprio in via Case Nuove che si è reso necessario, per minimizzare i rischi, evacuare 5 persone residenti nel breve tratto compreso fra il numero civico 4 e il 12. Ancora danni si sono verificati all’interno del Museo Minerario, dove è partita la segnaletica verticale. A Pienza un cedro del Libano si è abbattuto sul monumenti ai caduti della prima guerra mondiale in piazza Dante Alighieri, distruggendolo. Intonaci, copertura e canali di gronda sono caduti sia all’interno del centro storico che in aree periferiche residenziali. Danni anche al cimitero e al campo sportivo comunale. In diverse località sono state chiuse scuole e strade a scopo preventivo. A Monticchiello sono crollate canne fumarie e piante che in alcuni casi hanno denneggiato facciate, cancelli, cornicioni. Ad Asciano la caduta di numerose piante ha reso necessario chiudere le scuole materne ed elementari. Segnalata anche la caduta di cornicioni nel centro abitato. Segnalazioni di cadute di piante, grondaie e comignoli anche a Montalcino, San Quirico d’Orcia, Monteroni d’Arbia e Gaiole.

Prato. Il vento che ha soffiato anche sulla provincia di Prato a più di cento chilometri all’ora si è portato via alcuni tetti: tra questi anche quello del Dagomari, scuola superiore della città. All’istituto alberghiero Datini invece alcuni alberi sono caduti all’interno del giardino. Situazione che si è ripetuta in altre scuole. Piante a terra anche in numerose strade (e su auto in sosta), con conseguenti ingorghi del traffico.
A Prato città è stata disposta la chiusura delle scuole: scuole chiuse anche nel comune di Poggio a Caiano. La linea ferroviaria tra Pistoia e Prato è stata interrotta, mentre funziona non a pieno regime e con ritardi sul tratto da Prato e Firenze. Non va meglio sull’autostrada: chiusa stamani l’uscita Prato Ovest e lungo colonne di auto a Prato Est e sulla declassata per i rami e gli alberi caduti a terra. Problemi anche nel funzionamento dei depuratori, a causa dei black out provocati dalla caduta di alcuni pali della luce: in particolare a Vernio, Vaiano e Cantagallo. Il vento ha provocato il crollo inoltre di trenta metri di vecchie mura, che ha costretto alla chiusura il distretto sanitario di Porta Leone. Sulla 325 per la Val di Bisenzio si segnala un albero a terra in località Foresta. Un albero è caduto sulla casa di cura di Villa Fiorita, reparto ortopedia. Nel comune di Vernio si segnalano, a macchia di leopardo, anche problemi sulle linee telefoniche e danni ai tetti di alcune scuole (la media Pertini e l’elementare di Mercatale e San Quirico), mentre a Seano, nel comune di Carmignano, la farmacia comunale è stata temporaneamente chiusa per via di alcune tegole in bilico sul tetto.

Pistoia.

Gli aggiornamento sulla situazione di Pistoia riguardano la viabilità interrotta sulla SP38 Femminamorta-Calamecca all’altezza del laghetto; SS64 km 2+700 (aperta a senso unico alternato); SP20 km 21 (per slavina); SR66 Comune di San Marcello, di fronte Stazione CC; SP18 Lizzanese (chiusa in località Spignana e Ponte alla Verdiana). Il Comune di Agliana richiede volontari da affiancare a quelli già presenti e conferma la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado. Il Comune di Cutigliano:segnala l’assenza di energia elettrica su vasta area del territorio comunale. Il Comune di Montecatini Terme stabilisce la chiusura per l’intera giornata dei plessi scolastici dell’Istituto Alberghiero F. Martini, scuola “Casciani” e scuola “Nievole” nonché la chiusura del parco termale. Il Comune di Abetone lamenta assenza di energia elettrica su vasta area del territorio comunale, come anche il Comune di Sambuca, il Comune di San Marcello, il Comune di Piteglio, il Comune di Marliana. Il Comune di Pistoia, confermando la chiusura delle scuole anche per domani, segnala il danneggiamento a seguito di caduta alberi della cabina Enel di Via Valdibrana 52, con presenza di cavi elettrici pericolanti. Di seguito in via Zamenhoff, alcuni pini pericolanti; la copertura della biblioteca comunale San Giorgio, parzialmente danneggiata; un cornicione pericolante in Via Monteoliveto; l’assenza di energia elettrica nella frazione di Sammommè; lo sgretolamento della copertura in cemento-amianto in Via Castel dei Capecchi; cavi elettrici pericolanti in Via Gora e Barbatole; assenza di energia elettrica in via dei Pappagalli; assenza di energia elettrica e acqua in località Chiazzano. Il Comune di Pescia ha emessa ordinanza di chiusura delle scuole di ogni ordine e grado per la giornata odierna. Il Comune di Ponte Buggianese.segnala l’interruzione della viabilità ed energia elettrica interessante più aree del Comune. Il Comune di Massa e Cozzile segnala notevoli danni a strutture sia pubbliche che private ed interruzione della viabilità. Crollata la tribuna degli impianti sportici R. Brizzi. danneggiamenti alla copertura della scuola media Biscolla (emessa ordinanza di chiusura). IlComune di Pieve a Nievole nota mancanza di energia elettrica in Via del Pino. Il Comune di Montale segnala una fuga di gas per caduta alberi in via Garibaldi 41, presso Fattoria Selvavecchia. Il Comune di Monsummano Terme lamenta l’assenza di energia elettrica in Via del Fossetto. Il Comune di Uzzano segnala la chiusura di numerose strade comunali, danni a strutture precarie e a coperture di edifici pubblici e privati, compreso alcuni crolli dovuti a caduta dele piante. Nonchè l’assenza di energia elettrica in località Pontenovo.  Su tutto il territorio provinciale: caduta di alberi e piantumazioni varie interessante sia la viabilità principale e secondaria. In molti casi la caduta ha coinvolto le linee elettriche e telefoniche, causandone spesso l’interruzione. In alcuni casi sono state coinvolte abitazioni private ed edifici pubblici.

Arezzo. Nell’aretino il vento che ha soffiato per tutta la notte raggiungendo punte tra i 100 e 140 chilometri orari si è abbattuto sui tetti portandosi dietro alcuni camini e nei campi pali della luce. Come conseguenza si sono verificati black out elettrici in numerosi comuni e disagi su tutto il territorio. Danneggiate anche diverse coperture. In Valtiberina il vento ha creato inoltre disagi ai bus. Gli operai forestali sono da stamani all’opera per rimuovere le piante cadute a terra. E’ la situazione che emerge dai primi report arrivati dalla Protezione civile regionale. Lungo l’elenco delle strade interrotte o percorribili a senso unico alternato per la caduta di alberi: la strafa provinciale 310 del Bidente nel comune di Pratovecchio Stia (chiusa dopo il bivio per Papiano), la Sp 67 dell’Eremo a Poppi (chiusa dalla Montanina all’eremo di Camaldoli), la Sp 327 di Foiano a Civitella della Chiana (chiusa al km 1,5 dalla frazione di Pieve al Toppo), la Sp 26 dell’Esse a Monte San Savino (chiusa dal km 0 al km 2), la Sp 41 della Rassinata ad Arezzo (chiusa tra il km 3 e il km 5 dalla località Salceta-Sant’Agata per una voragine che si aperta nella carreggiata), la Sp 35 Val di Pierle a Cortona chiusa in loc. Pergo e la Sr 71 Umbro Casentinese a Cortona, transitabile a Camucia a senso unico alternato. Codice rosso per neve sulla E45, dove la polizia provinciale controlla chi è munito di catene e fa filtro.

Massa-Carrara. Alberi caduti e danni alle linee elettriche e telefoniche, questi secondo il report della sala operativa della protezione civile regionale i principali danni principali provocati dal forte vento nel territorio della Provincia di Massa-Carrara. Segnalati inoltre numerosi tetti scoperchiati, soprattutto nei Comuni di Carrara, Massa e Montignoso. A Fivizzano, invece, il forte vento ha gravemente danneggiato il Palazzetto dello Sport del Comune, divelgendo parte della copertura e causando lesioni alle pareti di tamponamento.
Dalle ore 2.00 di questa mattina a causa delle forti raffiche di vento che hanno danneggiato in molti punti le linee aeree, circa 15.000 utenze sono rimaste senza elettricità. Ad ora risultano ancora a livello provinciale circa 6000 utenze prive di corrente elettrica e linea telefonica, di queste circa 4.000 nei Comuni della costa e 2.000 in Lunigiana. Per intervenire e rimuovere gli alberi sono state temporaneamente interrotte al traffico le sp 4 ‘di Antona’, sp 17 ‘di Posara’, sp 35 ‘di Caprio’, sp 39 ‘del Brattello’, sp 52 ‘di Fontia’, sp 73 ‘della Spolverina’, sp 74 ‘del Lagastrello’ ed sp ‘del Rastrello’. Disagi e chiusure anche su molte strade comunali, in particolare in zona Ronchi, Poveromo e Cinquale.Per fronteggiare le difficoltà è stata attivata fino dalle ore 8,30 la sala opertaiva provinciale, integrata con personale di Prefettura, Provincia ed ENEL. I Comuni di Carrara, Fivizzano, Massa e Montignoso hanno attivato anche Centri operativi comunali. Scuole chiuse per tutta la giornata nei Comuni di Montignoso e Fivizzano.

Lucca. Tutto il territorio della Provincia di Lucca, a partire da stanotte, è stato investito da fortissime raffiche di vento che in alcuni casi (secondo le misurazioni dell’anemometro di Forte dei Marmi) hanno raggiunto valori di velocità di 125 Km/h. Le forti raffiche hanno causato centinaia di cadute alberi, sia lungo strade che sui versanti causando sugli stessi anche fenomeni di dissesto localizzato, si riscontra altresì la caduta di pali di servizi e danneggiamento di fabbricati (in particolare coperture) i comuni maggiormante colpiti risultano Forte dei Marmi, Pietrasanta, Camaiore, Seravezza e Capannori, in questi comuni risultano ingenti danni a privati, ma in generale risultano danni su tutta la Provincia. Dalle ore 7 è attiva la Sala Operativa provinciale di Protezione Civile Integrata Provincia – Prefettura. I sindaci del territorio dalle prime ore della giornata hanno raccomandato alla popolazione di restare, possibilmente, al chiuso e non mettersi in viaggio se non strettamente necessario, la Sala Operativa Provinciale Integrata ha contribuito a diffondere questo messaggio tramite i propri strumenti di comunicazione. Molte frazioni del territorio sono senza energia elettrica e telefonica. I Vigili del Fuoco sono impegnati a ciclo continuo per decine e decine di interventi ed hanno richiesto il supporto di altre squadre regionali. Tutte le squadre locali di volontariato sono impegnate con le amministrazioni comunali, per cui la Provincia ha richiesto l’attivazione di squadre in supporto alla Regione Toscana. L’evento ha causato feriti ed un morto in conseguenza di una caduta massi.
Molte le criticità ancora in corso intorno alle ore 12: SR 439 Sarzanese Valdera:Viabilità chiusa per caduta alberi nel tratto compreso fra Maggiano ed il Passo Quiesa (Comune di Lucca).Riaperta a SUA in seguito a intervento della Provincia. Stato criticità: in via di conclusione; SP 1 Lucca Camaiore: viabilità chiusa per caduta alberi nel tratto in corrispondenza attività Papeschi (Comune di Lucca). In corso intervento da parte della Provincia. Stato criticità: In corso. SP 1 Lucca Camaiore: Viabilità chiusa per caduta alberi nel tratto fra Montemagno e Camaiore in vari punti. In corso intervento da parte della Provincia. Stato criticità: In corso. SP31 di Montecarlo:Viabilità chiusa per caduta alberi in Loc. San Martino (Comune di Montecarlo). In corso intervento da parte della Provincia. Stato criticità: In corso. SP34 dei Canipaletti: Viabilità chiusa per caduta alberi in Loc. Montramito (Comune di Massarosa) Stato criticità: In corso. SP35 Villa Basilica: Viabilità chiusa per caduta alberi in Loc. La Botteghina (Comune di Villa Basilica). Stato criticità: In corso. SP2 Lodovica: Caduta di un masso in loc. Rivangaio (Comune di Lucca), il masso ha interessato un veicolo in transito, il conducente risulta deceduto. La viabilità è chiusa tra Ponte Pari e Ponte a Moriano. Stato criticità: In corso. Comune di Lucca: Scuola elementare Ponte a Moriano: crollo di una porzione di copertura che ha interessato due passanti ferendoli, non risultano in pericolo di vita. Stato criticità: In corso. Comune di Camaiore: Risulta crollato traliccio alta tensione comune di Camaiore, Terna ed Enel sono avvisate per intervento Stato criticità: In corso. RFI Linea ferroviaria Pisa La Spezia: Interrotta per caduta materiali su ferrovia a Pietrasanta. Stato criticità: In corso. Linea ferroviaria Viareggio Firenze: Interrotta tra Pistoia e Montale. Stato criticità: In corso. Viabilità Provincia SR445 della Garfagnana: Chiusa per caduta alberi e materiale tra Ponte di campia e Castelnuovo, unica viabilità alternativa per Castelnuovo e la parte alta della garfagnana è la SP43 di monteperpoli che è rimasta interrotta per alcune ore ed è stata da poco riaperta a seguito di intervento della Provincia.Stato criticità: In corso. ANAS: SS12 del Brennero: Chiusa in loc. Fabbriche di casabasciana (Bagni di Lucca) per caduta di una copertura di fabbricato. Stato criticità: In corso. SS1 Aurelia: Interrotta per caduta piante in prossimità dell’ospedale della Versilia
Stato criticità: In corso. Viabilità Provincia. SP56 della Valfegana: Caduta piante interrotta tra Tereglio e Orrido di Botri. Stato criticità: In corso. Società Salt: A12 Genova Rosignano: Si sono verificati alcuni incidenti a causa del forte vento che hanno interessato mezzi pesanti. Tra Viareggio e Cararra è stato inibito il transito di mezzi tendonati e furgonati. Stato criticità: In corso.

Grosseto. Gli interventi in provincia di Grosseto attivati a difesa del suolo: apertura del servizio di piena sul torrente Sovata nella notte che è stato chiuso alle ore 8:30 di stamani; apertura del servizio di piena su Fiume Albegna per superamento soglia idrometro di Marsiliana alle ore 05:00(altezza massima m. 3,15 s.z.i alle ore 06:00); apertura del servizio di piena su Fiume Ombrone alle ore 10:20 per superamento soglia idrometro di Loc. Sasso Ombrone. Per la viabilità molti gli interventi su gran parte della viabilità provinciale per caduta piante. Attualmente sono chiuse le seguenti strade per intervento di rimozione piante: S.P. 108 “Polesine” in Loc. Bottegone; S.P. 89 “Peruzzo” al km 2+300 circa; neve su Monte Amiata a partire da quota 1.300 m. s.l.m. con interventi da parte di mezzi spazzaneve. Le strade sono percorribili con catene. Sono da segnalare danneggiamento agli infissi Liceo Statale Rosmini, danneggiamento avvolgibili al Liceo Scientifico di Grosseto, danneggiamento porzione di copertura dell’edificio della Polizia Provinciale di via Ambra, caduta di 6 alberi nella Cittadella dello Studente – limtazione accesso alle aree sottoposte a rischio per caduta di rami e piante.

Per quanto riguarda i Comuni: IL Comune di CASTIGLIONE DELLA PESCAIA segnala violenta tromba d’aria sul litorale marittimo, caduta di alberi su strade comunali – con viabilità interrotte; caduta alberi su S.P. 158 “Collacchie” in prossimità del Capoluogo; cornicioni rotti ed antenne cadute in alcuni edifici privati
caduta di pino secolare su S.P.158 “Collacchie” presso Loc. Roccamare con ostruzione di tutta la carreggiata
Il Comune di CAPALBIO segnala caduta piante su viabilità comunale con danneggiamento di alcune vetture; mancanza energia elettrica dalle ore 06:30 zone di Borgo Carige e Capalbio; chiusura delle scuole in loc.Borgo Carige e a Capalbio; interventi di rimozione delle piante cadute da parte di personale comunale, volontariato convenzionato e ditte esterne

Il Come di ORBETELLO comunica diffuse problematiche sulla viabilità comunale in seguito a caduta piante dovuta al forte vento.

Il Comune di SCANSANO comunica le seguenti criticità causate da vento forte: caduta di pino S.P. 159 dentro centro urbano: caduta di alberi via Diaz in prossimità della scuola: caduta di alberi Strada del cimitero: caduta di alberi Via XX Settembre: caduta tegole su macchine Via Marconi: caduta di alberi Strada fonte al carpine: POGGIOFERRO SP 160 ex Amiatina: pianta del cimitero caduta sulla strada POMONTE Borgo di Pomonte: caduta di rami sulla strada MONTORGIALI. Frazione di Montorgiali: caduta di alberi