Maltempo: ore difficili in Val di Cornia. Fratoni: «La sala operativa monitora insieme ai comuni»

Consorzio 5 Toscana Costa e Protezione civile al lavoro per il ripristino

[29 ottobre 2015]

Nubifragio Vdc 1

Dopo il dopo il nubifragio che ha colpito la Val di Cornia, l’assessore regionale all’ambiente e alla protezione civile, Federica Fratoni, sottolinea che «La sala operativa regionale sta monitorando attentamente la situazione insieme ai comuni colpiti e alla Protezione civile provinciale. Abbiamo già inviato diverse squadre per verificare i danni in particolare al sito archeologico di Baratti. Il fiume Cornia stamani ha superato il livello di attenzione anche se i livelli delle acque sono già in diminuzione, segnale che l’ondata di piena è già passata». Stesso discorso per il fiume Cecina, dove i livelli del fiume a monte sono comunque in diminuzione.

Per quanto riguarda i danni,  una nota della regione evidenzia che «Nel comune di Piombino si registra la situazione più difficile con allagamenti diffusi soprattutto nella zona del promontorio e in aree di pianura come in località Asca, Colmata, Fiorentina e in ambito rurale in località Sdriscia. Sono allagati diversi piani terra di abitazioni, diverso scantinati e piazzali di aziende. Frane localizzate nelle aree attorno al centro urbano a Salivoli e Diaccioni, nella zona Asca, nella zona Morticino. Piccoli smottamenti anche nell’area dell’ospedale Villa Marina. E’ stata interrotta la viabilità verso Baratti Populonia. Chiuse oggi la scuola primaria di Populonia e la scuola d’infanzia di Ponte di Ferro. Sotto controllo la situazione a San Vincenzo dove piove da stamani con forte vento di mare. Due squadre della protezione civile e la Misericordia di S. Vincenzo sono impegnate al Park Albatros e al villaggio Riva degli Etruschi. Allagati anche diversi condomini in via Indipendenza e in via Emilia Romagna. Chiuse tutte le scuole».

Il Consorzio 5 Toscana Costa dice che «Sono ore difficili queste per la Val di Cornia che questa mattina all’alba ha potuto vedere i danni del forte temporale che si è abbattuto sul nostro territorio. Un’intensità straordinaria di acqua che dalla notte di martedì 27 alla notte di ieri mercoledì 28 ottobre non ha dato tregua ed ha messo in difficoltà cittadini, aziende, famiglie».

Il Consorzio 5 Toscana Costa, insieme a Protezione civile, Associazioni di volontariato, forze dell’ordine, vigili urbani e dei vigili del fuoco ha monitorato e presidiato il territorio sin dai primi momenti di allerta. «Il controllo – si legge in una nota – è scattato subito sui corsi d’acqua più importanti come il Cornia, che seppur in piena non ha evidenziato né tracimazioni né cedimenti di alcun genere ed ha poi interessato tutta l’area colpita dal maltempo. Il personale questa mattina ha potuto verificare ed intervenire su alcune criticità. A Rimigliano nel Comune di San Vincenzo, mezzi e operai del Consorzio sono a lavoro per riprisitinare una rottura arginale del canale Orientale che ieri ha allagato significativamente tutta la zona imponendo per diverse ore la chiusura della Strada Principessa. Gli interventi del Consorzio stanno interessando anche le aree depresse intorno agli impianti idrovori in particolar modo si sta operando presso l’impianto della Torraccia e Rinsacca, nel Comune di Piombino, con l’utilizzo di idrovore mobili per alleggerire il bacino e consentire così un corretto deflusso delle acque al mare. Per questo si prevedono turnazioni h24 ed una settimana di lavoro circa per ripristinare lo status quo. Il forte temporale ha compromesso anche il gruppo elettrogeno delle Pianacce immediatamente ripristinato in modo da garantire la piena funzionalità dell’impianto. Il personale del Consorzio 5 Toscana Costa è in giro per registrare la presenza di altri danni e criticità anche se per adesso restano aree in cui è presente ancora troppa acqua e non è possibile comprendere l’entità dei danni, come nella zona di Campo alla Croce a Venturina Terme».

Oltre alla vigilanza sulla Val di Cornia in queste ore il Consorzio monitora e controlla tutto il comprensorio in gestione per essere pronto ad intervenire qualora ve ne fosse necessità. Infatti – ne parliamo più diffusamente in un’altra pagina di greenreport.it –  All’isola d’Elba, a Rio Marina, si sono registrati vari smottamenti lungo i versanti a monte delle viabilità e allagamenti delle aree urbane per mancata ricezione del sistema fognario . Chiusa la strada del Porticciolo, la strada di Ortano, la strada Panoramica a causa di smottamenti. Risulta intransitabile la viabilità nel centro urbano del capoluogo in località Annunziata per l’accumulo di materiale inerte trasportato dalle acque meteoriche.

Forti piogge hanno interessato anche in provincia di Lucca. Nel comune di Barga una frana nella via interna all’abitato di Sommocolonia ha asportato circa metà carreggiata della strada e una famiglia risulta al momento isolata, l’accesso alla loro abitazione è consentito solo a piedi.