Nei prossimi 5 anni le temperature globali potrebbero già raggiungere gli 1,5° C in più (VIDEO)

Met Office: vicini a superare il livello di sicurezza del riscaldamento globale dell’Accordo di Parigi

[2 febbraio 2018]

Secondo il nuovo rapporto “Decadal forecast” appena pubblicato dal prestigioso Met Office britannico «La temperatura media globale annuale dovrebbe superare gli 1° C e potrebbe raggiungere gli 1,5° C sopra i livelli preindustriali nei prossimi cinque anni (2018-2022. Cè anche una piccola possibilità (circa il 10%)  che almeno un anno nel periodo potrebbe superare gli 1,5° C rispetto ai livelli preindustriali (1850-1900), anche se non è previsto che accadrà quest’anno. E’ la prima volta che tali valori elevati sono stati evidenziati all’interno di queste previsioni».

Le temperature globali riportate nel rapporto sono state calcolate rispetto ad una  baseline del 1850-1900 che fornisce una misura relativa al periodo preindustriale, per un confronto con gli obiettivi dell’Accordo di Parigi di limitare il riscaldamento a 1,5° C e comunque ben al di sotto di 2° C sopra livelli pre-industriali.

Stephen Belcher, Met Office Chief Scientist, ha sottolineato: «Considerando che negli ultimi tre anni abbiamo assistito a temperature medie globali intorno a 1° C sopra i livelli preindustriali, è ora possibile che il riscaldamento continuo da gas serra, insieme alla variabilità naturale, potrebbero  combinarsi in modo da superare temporaneamente gli 1,5° C nei prossimi cinque anni».

Quindi il mondo starebbe per superare la soglia minima di sicurezza prevista dall’Accordo di Parigi che prevede che l’innalzamento globale delle temperature medie resti ben al di sotto dei 2° C e di puntare proprio agli 1,5° C.  Doug Smit, del Met Office Hadley Center, conferma: «Stiamo iniziando a vedere una piccola ma reale possibilità di superare temporaneamente il livello di 1,5° C, ma dovremmo ricordarci che l’accordo di Parigi riguarda il clima globale e che dovrebbe raggiunge questo livello su una media a più lungo termine, piuttosto che solo un’escursione temporanea».

Le previsioni decadali del Met Office vengono aggiornate ogni anno e i ricercatori britannici fanno notare che «La previsione fa seguito al nostro annuncio dello scorso anno sulla fine del rallentamento, il conseguente rapido riscaldamento e la corsa alle temperature globali record negli ultimi anni».

Adam Scaife, responsabile  Long Range Prediction al Met, conclude: «Queste previsioni mostrano che si stanno profilando all’orizzonte eventi da più 1,5° C, ma il modello globale di caldo sarebbe diverso da un superamento più prolungato della soglia degli 1.5° C di Parigi. Le escursioni precoci e temporanee al di sopra di questo livello di riscaldamento potrebbero coincidere con un grande evento di El Niño nel Pacifico. Continuare con emissioni di gas serra che portano a un ulteriore riscaldamento significherebbe che le probabilità di vedere anni a 1,5° C o più aumenterebbero probabilmente negli anni futuri».

Entro la fine dell’anno l’Intergovernmental panel on climate change (Ipcc) pubblicherà una rapporto speciale sui rischi di superare gli 1,5° C  di riscaldamento globale e su cosa potrebbe essere fatto per evitarlo.

Videogallery

  • 2018 Decadal forecast