Fondamentale il ruolo della geotermia nel raggiungimento del risultato d’area vasta

Piancastagnaio sottoscrive il protocollo d’intesa per Siena Carbon Free 2015

Il Comune ha approvato la sottoscrizione del protocollo previsto dal Piano Energetico Provinciale di Siena per raggiungere al 2015 il saldo zero delle emissioni di anidride carbonica

[28 giugno 2013]

La Provincia di Siena ha pubblicato la Relazione sullo stato dell’ambiente riferita all’anno 2012, curata da Microcosmos per conto di APEA, Agenzia Provinciale per l’Energia, l’Ambiente e lo sviluppo sostenibile della provincia di Siena. Il documento va ad affiancare la Dichiarazione Ambientale -elaborata annualmente per la Registrazione EMAS – il Bilancio delle emissioni dei gas serra e il Rapporto Rifiuti, pubblicazioni, rispettivamente, annuale e biennale, e conferma la volontà e la capacità della Provincia di Siena di garantire un livello approfondito e accurato di conoscenza delle sue grandezze ambientali, dei loro impatti e dei loro andamenti per continuare a promuovere lo sviluppo sostenibile del proprio territorio.

Tra le azioni ormai da anni attivate dalla Provincia di Siena, vi è anche il progetto Siena Carbon Free 2015, con lo scopo di arrivare ad essere nel 2015 la prima area vasta con un saldo zero per le proprie emissioni di anidride carbonica. Obiettivo cui «la risorsa geotermica – ha dichiarato in diverse occasioni l’assessore provinciale all’ambiente, Gabriele Berni- contribuisce a pieno titolo».

Con il termine “carbon free”si intende la capacità di riassorbire interamente, attraverso politiche energetiche e di efficienza, la quantità di anidride carbonica che viene emessa da tutte le attività che si svolgono sul territorio.

Per il 2015 la Provincia ha fissato obiettivi che prevedono il 29% delle riduzioni di CO2, il 38% di produzione energetica da energie rinnovabili e l’11% di risparmio energetico e per ottenere questo ambizioso risultato è stato coinvolto l’intero territorio, cercando di rendere partecipi tutte le attività che vi si svolgono.

Il progetto Siena Carbon Free 2015 è stato ripreso e implementato nel Piano Energetico Provinciale e tra gli strumenti previsti per renderlo operativo, vi è anche la sottoscrizione di un protocollo d’intesa con tutte le 36 amministrazioni comunali.

Il protocollo d’intesa è volto al recepimento delle linee guida del Piano Energetico Provinciale negli strumenti urbanistici, soprattutto per incentivare un’edilizia sostenibile, con elevati standard energetici e una particolare attenzione al risparmio energetico, dalle ristrutturazioni alle nuove costruzioni.

Piancastagnaio ha raccolto l’appello della Provincia e ha recentemente sottoscritto questo protocollo di intesa per l’applicazione delle misure e delle azioni previste dal nuovo Piano Energetico Provinciale.

L’annuncio della sottoscrizione del protocollo, approvata dal consiglio comunale di Piancastagnaio, è stato dato con soddisfazione dal sindaco Fabrizio Agnorelli che ha dichiarato: «Siamo uno dei principali sostenitori della Provincia di Siena nell’obiettivo Siena Carbon Free 2015».

«Insieme agli altri Comuni firmatari e alla Provincia di Siena –ha spiegato Fabrizio Agnorelli- ci siamo impegnati ad applicare le misure e le azioni previste dal PEP 2010-2020 per il raggiungimento degli obiettivi di azzeramento delle emissioni di gas climalteranti entro il 2015, di sviluppo delle fonti rinnovabili e di miglioramento dell’efficienza energetica. Il nostro Comune s’impegnerà, in particolare, a realizzare tutte quelle azioni che permetteranno un maggior utilizzo delle fonti rinnovabili, grazie soprattutto alla risorsa geotermica della nostra terra, che (con quasi 70 MW di potenza installata) contribuisce al bilancio energetico provinciale con oltre 350 GWh. Siamo già a lavoro affinché le realtà produttive di Casa del Corto e della Rota possano usufruire del calore geotermico e ben presto sarà avviato il percorso che permetterà l’utilizzo anche nel centro abitato».

«L’obiettivo di un territorio carbon-free –prosegue il primo cittadino- sarà raggiunto anche collaborando e confrontandoci con l’amministrazione provinciale per i nuovi indirizzi politici legati al settore del trasporto pubblico locale. A questo va aggiunto il lavoro legato al miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici e dell’illuminazione pubblica. Per quest’ultima, in particolare, abbiamo già avviato un intervento che permette di ridurre l’intensità della luce nelle ore più tarde, con un risparmio consistente di energia, ed è nostra intenzione procedere al rifacimento di tratti di illuminazione pubblica con lampade a basso consumo o a led. Si tratta -conclude Agnorelli- di impegni e di azioni per noi fondamentali e necessari e che,  auspichiamo, saranno portati avanti anche il prossimo anno, quando passeremo il testimone a una nuova amministrazione».