Rosignano Marittimo, dal Fondo europeo (Fesr) 382mila euro per due progetti ambientali

Uno per gestire l’adattamento ai cambiamenti climatici, l’altro per la valorizzazione dei prodotti agroalimentari locali

[2 agosto 2016]

rosignano marittimo

Il Programma Transfrontaliero Italia-Francia Marittimo 2014-2020, cofinanziato dal Fondo europeo per lo sviluppo regionale (Fesr) nell’ambito della Cooperazione territoriale europea (CTE), è un programma transfrontaliero che sostiene la cooperazione tra i territori vicini al confine tra la Francia e l’Italia nell’area del Mediterraneo centro-settentrionale, con l’obiettivo di promuovere interventi che contribuiscano a declinare sul territorio gli obiettivi di sviluppo intelligente, inclusivo e sostenibile che l’Unione europea si è prefissata di raggiungere entro il 2020.

Fanno parte del programma tutte le province della Sardegna, della Corsica e della Liguria, le province costiere della Toscana (Grosseto, Livorno, Lucca, Massa-Carrara, e Pisa) e i dipartimenti del Var e delle Alpes Maritimes, nella regione francese Provence-Côte d’Azur (Paca).

A Tolosa, i vertici del Programma hanno selezionato i 38 progetti (su 141 candidature pervenute) che saranno finanziati. Alcuni promuoveranno la crescita economica delle filiere cruciali per lo spazio transfrontaliero: nautica, energie rinnovabili “blu” e “verdi”, biotecnologie “blu” e “verdi” e turismo innovativo e sostenibile. Altri saranno focalizzati sulla promozione del patrimonio culturale e ambientale, sulla gestione della sicurezza ambientale o sulla riduzione delle distanze.

Dei 38 progetti finanziati, due sono arrivati dal Comune di Rosignano Marittimo, poco più di 30mila anime lungo la costa toscana. «Siamo l’unico Comune in Toscana ad aver partecipato al bando con due progetti ed aver avuto entrambi i finanziamenti” – ha detto il sindaco Alessandro Franchi – questo ci conferma nell’utilità di aver creato un assessorato e un ufficio dedicato per cogliere tutte le opportunità dei fondi europei».

Le due candidature di cui il Comune è partner,  approvate dall’Autorità di Gestione del Programma,  prevedono una richiesta di 382.412,75 euro, totalmente finanziati dal Fondo Europeo di Sviluppo Regional (Fesr).

I due progetti, informano dall’amministrazione, sono “ADAPT – Assistere l’aDAttamento ai cambiamenti climatici dei sistemi urbani dello sPazio Transfrontaliero” (capofila Anci Toscana), che prevede l’installazione a Rosignano di sistemi innovativi sperimentali di allerta e monitoraggio dei sottopassi per rispondere tempestivamente al rischio alluvioni, e “Food & Wine Marketplace” (capofila Camera di Commercio di Bastia), che promuove la valorizzazione dei prodotti agroalimentari locali. «Abbiamo partecipato alle due proposte per avere ricadute concrete sul territorio in ambiti importanti – ha affermato l’assessore all’Innovazione ai finanziamenti comunitari, Veronica Moretti – infatti con il primo progetto metteremo a punto un’azione pilota per monitorare in tempo reale l’allagamento dei sottopassi, mente con il secondo sosterremo le imprese agroalimentari creando una piattaforma di e.commerce e incontri con i produttori delle altre regioni per favorire le nostre produzioni di qualità. Stiamo già lavorando al prossimo bando del Programma in uscita per l’autunno e ad una proposta sulla biodiversità da presentare sul Programma Life Plus».