Sull’Himalaya i rododendri fioriscono un mese prima

I cambiamenti climatici mettono in pericolo economia e cultura dell’Uttarakhand

[24 febbraio 2017]

La primavera non è ancora cominciata, ma i rododendri rossi sono già in piena fioritura sulle colline dello Stato himalayano indiano dell’Uttarakhand. Il problema è che sono già fioriti un mese prima del solito  e che questa fioritura precoce dei rododendri, o Burash come li chiamano gli abitanti degli altopiani dell’Uttarakhand, è il chiaro segnale che il cambiamento climatico sta colpendo l’Himalaya.

Come spiega il giornale indiano The Statesman, la fioritura dei rododendri  è il segnale della fine dell’inverno, che da queste parti è molto duro, «Ma, tra le colline c’è l’antica credenza che la fioritura precoce di Burash  danneggi il ciclo delle colture e annunci una torrida estate».

Pankaj Kushwal, un abitante del villaggio Raithal dell’Uttarkashi, ha detto a  The Statesman che «In generale, vediamo che il Burash tocca il picco della stagione di fioritura dopo “Holi”,  a metà marzo. Ma, nel mio villaggio gli arbusti di rododendri sono in piena fioritura in questi giorni».

A chi vive negli altopiani dell’Uttarakhand il Burash piace sia per il suo vivace colore che per il  suo sapore: consumano il fiore come spuntino o mescolandolo con 10-12  altre sostante per creare il “Remodi”, il succo di rododendro, una bevanda estiva molto popolare nell’Uttarakhand.

Molte organizzazioni di volontariato dell’ Uttarakhand partecipano alla produzione di spremuta di Burash e l’anticipo dalla fioritura potrebbe danneggiarle. Gopal Thapliyal, project manager di Sri Bhuvneshwari Mahila Ashram, ha detto a The Statesman: «Non abbiamo anticipato il periodo di raccolta dei fiori, che riprende a fine febbraio  per concludersi marzo. Abbiamo scelto questo periodo dato he in quel momento il fiore ha un sapore dolce. Ma, a causa della fioritura precoce, abbiamo una bassa resa».

Il Burash cresce allo stato selvatico nella foresta e la sua fioritura è fonte di sostentamento per  centinaia di abitanti dei villaggi montani. Il fiore del rododendro rosso sboccia dalla fine dell’inverno e la fioritura si protrae fino all’inizio dell’estate, ma il cambiamento di questo ciclo è una delle principali preoccupazioni per la popolazione locale e gli scienziati.

Anche Vijay Bhatt, un botanico dell’Herbal research centre (Gopeshwar) statale,  dice che  «E’ molto preoccupante che la stagione primaverile di fioritura di questi  fiori inizi con un mese di anticipo.  Al contrario, la fioritura di punta per il Burash è a marzo, ma anche questa volta è fiorìto presto. Le scarse  precipitazioni  o il loro ritardo, le nevicate ridotte, l’essiccazione delle fonti d’acqua ad alta quota, ecc. contribuiscono a questi fenomeni. Sì, è un effetto dei cambiamenti climatici».

Il clima è alla base dell’economia montana dell’Uttarakhand e ogni cambiamento rischia di compromettere la sopravvivenza di chi vive sulle sue colline e sugli altipiani.

Narendra Singh Negi un cantante folk famosissimo nell’Uttarakhand, ha ricordato su  The Statesman che «Il Burash è profondamente legato alla nostra cultura. Noi ogni anno celebriamo la festa tradizionale del mese del “Phool Dei” o “Phool Sankranti”. Ma, tuti si rendono conto che non più molti fiori di rododendri quando il festival è in corso». Il Phool Dei dura un mese e si celebra a partire da  metà marzo, i bambini vanno di casa in casa nei villaggi e mettono un fiore sui cancelli o sugli ingressi delle case.