Summer School on Sustainable Development: sviluppo sostenibile e realizzazione degli obiettivi Onu

A Siena 30 partecipanti provenienti da tutta Italia

[27 settembre 2018]

Si è conclusa al Santa Chiara Lab dell’università di Siena la prima edizione della Siena Summer School sui temi dello sviluppo sostenibile, un’iniziativa che ha fatto nascere una comunità di studenti e professionisti che continuerà a lavorare sui progetti nati durante la scuola. La “Summer School on Sustainable Development” è stata organizzata dall’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS), in collaborazione con Santa Chiara Lab dell’Ateneo senese, Fondazione Enel, Leonardo, Rete delle Università per lo Sviluppo Sostenibile e le reti Sustainable Development Solutions Network Italia e Mediterraneo, promosse dalle Nazioni Unite.

Oltre trenta partecipanti provenienti da tutta Italia hanno lavorato per due settimane e approfondito i temi delle politiche di sviluppo sostenibile, di scienza ed innovazione al servizio dello sviluppo, di nuovi modelli di business.

All’università senese spiegano che sono state molte le proposte presentate alla fine del  percorso di formazione: «Ad esempio, si tratta di incentivare l’uso dell’acqua corrente per bere, per ridurre i rifiuti da plastica monuso e ottenere un risparmio economico; di creare modelli di impresa che integrino gli obiettivi di sviluppo sostenibile indicati dall’Onu; di fornire alle piccole e medie imprese strumenti per orientarsi in un percorso di sostenibilità; di diffondere la conoscenza degli obiettivi di sviluppo sostenibile sia tra i singoli individui che creando agende urbane partecipate dai cittadini».

Angelo Riccaboni, Presidente di Sustainable Development Solutions Network Mediterranean e docente dell’Ateneo senese, conclude: «Abbiamo registrato un grande entusiasmo da parte dei partecipanti alla scuola, che hanno affrontato un percorso di alta formazione con un approccio innovativo e multidisciplinare. . Con questa iniziativa l’università di Siena conferma il suo ruolo centrale nell’ambito degli studi, della ricerca e delle iniziative istituzionali sui temi dello sviluppo sostenibile. L’auspicio è che questa prima edizione della Summer School  possa essere propulsore per ulteriori future iniziative e sinergie con network internazionali».