Un nuovo alternatore per le auto aiuta a ridurre la CO2

[25 febbraio 2015]

Si arricchisce il panorama delle tecnologie innovative che possono ridurre le emissioni di Co2 delle auto: l’Ue ha infatti approvato alternatore efficiente MELCO GXi, con decisione pubblicata sulla Gazzetta ufficiale europea di oggi.

La nuova tecnologia presenta un’efficienza maggiore rispetto all’alternatore di base perchè riduce una serie di perdite: quella di rettificazione mediante un nuovo diodo a bassa perdita di energia; quella di ferro nello statore grazie all’uso di un nucleo a laminato sottile di acciaio elettromagnetico legato nonché quella di rame nello statore grazie all’uso di uno statore ad altissimo fattore di riempimento e alla struttura assiale di raffreddamento applicata.

Il fornitore Mitsubishi Electric Corporation (MELCO), rappresentato nell’Unione da Mitsubishi Electric Automotive Europe B.V, ha inoltrato nel giugno 2014 una richiesta di approvazione dell’alternatore efficiente MELCO GXi come tecnologia innovativa per le classi di corrente comprese fra 130 A e 250 A.

Mitsubishi ha poi dimostrato che un alternatore ad alta efficienza non superava il 3% nelle autovetture nuove immatricolate nel corso dell’anno di riferimento (2009). Ha fornito un metodo di prova per accertare la riduzione di Co2 comprendente formule conformi a quelle indicate nelle linee guida tecniche per un approccio semplificato agli alternatori efficienti. Si tratta di un metodo comprendente formule basate su quelle indicate nelle linee guida tecniche per gli alternatori efficienti.

Sulla base di tutto ciò la Commissione ha ritenuto dimostrato in modo soddisfacente che la riduzione delle emissioni ottenuta con la tecnologia innovativa sia pari almeno a 1 g di Co2/km.

Una riduzione che sommata ad altre determinate da diverse tecnologie può contribuire alla riduzione dell’inquinamento. Non esiste, infatti una tecnologia che da sola riduca in maniera significativa l’inquinamento, ma ne esistono diverse che sommate fra loro possono apportare un grande contributo alla salvaguardia dell’ambiente.

L’alternatore efficiente MELCO GXi, è una di queste tecnologie che nel corso degli anni sono state approvate dall’Ue. In Europa dal 2009, infatti, vige il regolamento che prevede la possibilità di presentare e utilizzare nuove tecnologie per la ridurre l’emissione di Co2 delle auto. Il regolamento ha l’obiettivo di definire livelli di prestazione in materia di emissioni delle autovetture nuove immatricolate nella Comunità. Nella Comunità sussiste l’approccio integrato ossia quello volto a ridurre le emissioni di Co2 dei veicoli leggeri garantendo al contempo il corretto funzionamento del mercato interno.