Acquisti verdi in Regione Siciliana, i risultati raggiunti in diciotto mesi di attività

[27 ottobre 2015]

Locandina Gpp Sicilia acquisti verdi

Gli acquisti verdi per un modello di produzione e consumo sostenibile, si può… si deve! È lo slogan che è stato scelto per il servizio di  “Accompagnamento all’attuazione della politica di acquisti pubblici ecologici nella Regione Siciliana” promosso dal Dipartimento regionale della Programmazione nell’ambito dell’Asse VII Governance, Capacità istituzionali e assistenza tecnica del PO FESR 2007-2013 e realizzato da Ecosistemi e ORSA in RTI. In linea con le direttive dell’Unione europea che indicano il Green Public Procurement – G.P.P. (acquisti pubblici verdi) come lo strumento principale che gli Enti e le organizzazioni hanno a disposizione per mettere in atto strategie di sviluppo sostenibile mirate a ridurre gli impatti ambientali che derivano dalla scelte di acquisto di beni, servizi e opere.

In linea anche con le indicazioni contenute nel “Piano d’Azione per la sostenibilità ambientale dei consumi nel settore della Pubblica Amministrazione”, noto come Piano d’Azione Nazionale per il GPP, (approvato con decreto interministeriale n. 135) la Regione Siciliana ha voluto incrementare l’adozione di politiche di GPP per favorire  il raggiungimento dei seguenti obiettivi:

  • Promuovere l’introduzione di criteri ecologici negli appalti dei lavori, beni e servizi;
  • Aumentare la percentuale di acquisti pubblici di beni e servizi a ridotto impatto ambientale;
  • Rafforzare la capacità amministrativa ai fini dell’introduzione degli acquisti verdi nella Pubblica Amministrazione;
  • Promuovere il consumo responsabile dentro gli uffici regionali.

La Regione Siciliana ritiene prioritaria l’attuazione di azioni di sensibilizzazione e di informazione seguite da attività di accompagnamento e di supporto tecnico finalizzati all’introduzione dei criteri ecologici nelle procedure di acquisto di beni e servizi e nelle gare di appalto di lavori dell’Amministrazione Regionale e degli Enti Locali della Regione.

Il servizio ha visto gli enti siciliani impegnati a partecipare ad incontri formativi  itineranti, finalizzati ad adottare una strategia GPP,  ed in particolare sono stati realizzati 42 seminari frontali per conoscere contenuti e strumenti, 40  laboratori tematici per approfondire la normativa e  analizzare strumenti operativi e 22 azioni dimostrative sulle categorie merceologiche per le quali esistono i Criteri Ambientali Minimi (CAM). Inoltre un’assistenza a distanza tramite il servizio di Help Desk ha dato modo agli enti di condividere documenti come ad esempio delibere di adozione del GPP e/o capitolati tecnici “verdi”.  Le azioni dimostrative sono state l’occasione per dare continuità e mettere in pratica le nozioni apprese durante gli incontri seminariali e i laboratori realizzati nei mesi precedenti su tutto il territorio regionale. Le azioni dimostrative sono state utili a guidare gli enti nella predisposizione di bandi di gara e capitolati tecnici, richieste di offerta e procedure di selezione dei fornitori per diverse categorie di beni, servizi ed opere.  Inoltre tramite la pubblicazione di un avviso per l’aggiudicazione dell’attività di accompagnamento on the job sul GPP, sono stai ritenuti idonei i Comuni di Paternò (CT) e il Comune di Bompietro, quest’ultimo in rappresentanza e come capofila della coalizione territoriale “Città a Rete: Madonie-Termini” che comprende 28 comuni.

In particolare, l’attività di accompagnamento on the job ha fornito  un supporto esperto per:

  • la predisposizione dei documenti di acquisto “verde”: procedure, criteri ambientali, marchi ed eco etichette, strumenti di verifica delle caratteristiche richieste, analisi di mercato, etc.;
  • l’impostazione di documenti strategici: atti di indirizzo politico, regolamenti interni, aggiornamento normativo etc.;
  • le attività di promozione e incentivazione di comportamenti di consumo responsabile, realizzazione campagne di comunicazione, etc.

Responsabili degli acquisti, tecnici, funzionari e rappresentanti della parte politica insieme  agli esperti hanno integrato con clausole ambientali diversi  documenti di indirizzo politico lavorando anche su Linee guida da adottare, ad esempio per l’organizzazione di eventi a ridotto impatto ambientale.

Sono state integrate con i CAM le procedure di gara relative alle seguenti categorie merceologiche:

  • Servizio di Pulizia dei Locali;
  • Servizio di Ristorazione Scolastica;
  • Fornitura divise vigili urbani;
  • Gestione degli edifici sportivi;
  • Organizzazione eventi a ridotto impatto ambientale;
  • Edilizia residenziale;
  • Fornitura cancelleria;
  • Fornitura divise vigili urbani;
  • Fornitura IT.

I destinatari attraverso quest’attività, con approccio operativo e direttamente sui luoghi di lavoro, sono riusciti ad acquisire la consapevolezza necessaria per realizzare gli acquisti verdi. L’attività è stata realizzata anche presso l’Assessorato Regionale Territorio e Ambiente (ARTA) dove il percorso di lavoro porterà all’elaborazione e adozione di un Piano di Azione della Regione Siciliana per gli acquisti pubblici verdi, denominato PARS GPP. Il percorso è nato dall’esigenza di allineare la Regione Siciliana alle direttive comunitarie e nazionali in materia di acquisti pubblici verdi e dotare la regione di un documento programmatico utile a perseguire gli obiettivi di crescita intelligente, sostenibile e solidale e per la promozione di un’economia efficiente nell’uso delle risorse e a basso contenuto di carbonio.

(Publiredazionale)