Alta scuola di turismo ambientale alle Cinque Terre

[25 settembre 2013]

Asta

Ogni anno i viaggi che in Europa sono oltre 360 milioni e la motivazione principale che spinge il 50% dei viaggiatori a tornare in una stessa destinazione è legata all’ambiente. Paesaggio e bellezza dei contesti naturali sono i fattori di scelta della vacanza anche per il 58% degli italiani. L’Italia è la nazione più desiderata al mondo per le sue bellezze storiche, artistiche e paesaggistiche e il turismo ambientale presenta coefficienti di crescita a due cifre contribuendo a spostare l’asse dal turismo di massa verso nuovi turismi di qualità.

Secondo Sebastiano Venneri,  Presidente di Vivilitalia, «il trend in crescita delle motivazioni di vacanza legate ad esperienze nella natura (cicloturismo, trekking, escursionismo a cavallo, turismo enogastronomico, ecc.) è un’evidente dimostrazione di come il turismo possa rappresentare una straordinaria possibilità di sviluppo se le amministrazioni locali, le piccole e medie imprese e gli operatori del settore si dotano delle competenze necessarie per perseguire un approccio sostenibile alla valorizzazione delle risorse ambientali e del patrimonio di competenze e di saperi impliciti nelle comunità locali».

«Per arrivare a tale consapevolezza – aggiunge – è necessaria una visione a medio-lungo termine degli scenari e l’ideazione di strategie per la valorizzazione e la promozione del territorio che considerino contemporaneamente la conservazione e lo sviluppo come elementi portanti. Per questo, il prodotto turistico che viene creato in una destinazione, non è il frutto di un assemblaggio, di una composizione fredda dell’offerta, ma piuttosto la risposta calda e consapevole alla nuova domanda turistica di qualità».

«Ma questo – afferma ancora – significa possedere competenze evolute per capire i trend della domanda, definire tipologie di offerta mirate, posizionarle sul mercato con le tecniche evolute del web marketing e costruire un sistema di offerta coerente con gli standard di un turista sempre più esigente».

Pensando a tutto questo il Parco Nazionale delle Cinque Terre, la Regione Liguria, i Comuni di Vernazza, Riomaggiore, Monterosso e Legambiente, in collaborazione con Vivilitalia, organizzano il primo corso di management dell’Alta Scuola di Turismo Ambientale (Asta) che prenderà il via il 16 Novembre 2013 e si concluderà il 23 Novembre 2013.

Gli organizzatori spiegano che «Asta è un nuovo progetto realizzato con il patrocinio di Federparchi e di Associazione Italiana Turismo Responsabile (Aitr) e in collaborazione con  Lega Coop ed il Master in Turismo e Territorio dell’Università Luiss Guido Carli di Roma. Asta è la prima scuola in Italia rivolta a quanti vogliono perfezionare il proprio percorso formativo e le proprie competenze nel settore del management turistico ambientale e si trovino in posizioni decisionali e di responsabilità».

In particolare si rivolge a professionisti, a policy makers e a coloro che possono influenzare la presa di decisioni relative a politiche di sviluppo territoriale fornendo metodi e strumenti operativi sulle tematiche del turismo ambientale.

L’Alta Scuola di Turismo Ambientale si pone l’obiettivo di diventare il luogo di condivisione e di divulgazione di buone pratiche ed esperienze e un laboratorio di idee e progetti con un costante confronto a livello internazionale. Il numero massimo di partecipanti è fissato in 25 persone più 3 giovani laureati in scienze economiche, turistiche e ambientali a un costo agevolato.

Il corso ha una formula intensiva e residenziale, incentrata sul metodo learning by doing e collaborative learning. Il 50% di attività saranno svolte in aula, mentre il restante 50% sarà basato su uscite sul territorio, laboratori, esperienze pratiche che diventeranno oggetto di rielaborazione teorica.

Gli organizzatori prevedono inoltre la realizzazione di un elaborato finale «per valorizzare mediante una restituzione ai partner del percorso formativo gli apprendimenti emersi durante il percorso formativo».

I partecipanti saranno accompagnati da un tutor d’aula durante le lezioni e le esercitazioni e da un accompagnatore esperto del territorio durante le visite in esterna. Durante le uscite sono previste alcune degustazioni e pranzi presso aziende del territorio o locali selezionati, forniti dall’organizzazione. Ai partecipanti saranno consegnati materiali didattici, dispense in formato digitale e un attestato di partecipazione.

Durante il percorso formativo i partecipanti entreranno in contatto le migliori esperienze nel campo turistico ed ambientale realizzate nei territori di eccellenza italiani, raccontate dalla viva voce dei protagonisti.

I docenti e gli esperti che interverranno durante la settimana di corso sono tra i massimi esperti nazionali sui temi del turismo ambientale, della governance, della tutela dei territori, della comunicazione e delle materie legate allo sviluppo sostenibile.

La quota di iscrizione per persona è di 650 euro (Iva compresa e non comprende i costi di vitto e alloggio). Per i soci Aitr e per gli iscritti ai circoli locali di Legambiente il costo è di 550 euro (Iva compresa e non comprende i costi di vitto e alloggio). Il termine per le iscrizioni è il 5 novembre 2013.

Sono state attivate convenzioni con strutture ricettive e ristoranti per il soggiorno e l’ospitalità dei partecipanti al corso.

Segreteria organizzativa, Vivilitalia: Giordano De Sanctis tel. 338 26 08 516 –desanctis@vivilitalia.it

Per informazioni e prenotazioni, Ati 5 Terre: Paola Barengo, tel 0187 743500 –paola@agenziaviaggi5terre.it

master Bakeca