Arpat, ecco chi è il nuovo Direttore tecnico

Come Direttore ammistrativo è stata confermata Paola Querci

[7 aprile 2017]

Il Direttore Generale di ARPAT, Marcello Mossa Verre, insediatosi il 1° marzo scorso, così come prevede l’articolo 26 della legge regionale 30/2009 che regola il funzionamento dell’Agenzia, ha completato il vertice dell’Agenzia nominando il Direttore amministrativo (decreto n.56/2017) ed il Direttore tecnico (decreto n.57/2017), che coadiuvano il direttore generale, anche mediante la formulazione di proposte e pareri, nello svolgimento dei suoi compiti.

Essi sovrintendono, rispettivamente, alla gestione amministrativa ed allo svolgimento dell’attività tecnico-scientifica, delle quali hanno la responsabilità diretta, e svolgono, inoltre, le funzioni loro attribuite dal direttore generale.

Direttore amministrativo è stata confermata Paola Querci, che ha ricoperto questo incarico dal 31 maggio 2011. 53 anni, laureata in scienze politiche, dirigente dell’Agenzia dal 2000, in precedenza era stata responsabile della unità operativa “Amministrazione e organizzazione” del Dipartimento provinciale ARPAT di Firenze e responsabile del settore Progetti comunitari e Suap.

Direttore tecnico è stato nominato Guido Spinelli. 58 anni, laureato in Chimica. Dirigente di ARPAT fino dalla sua costituzione nel 1996, dal febbraio 2012 ricopriva l’incarico di Responsabile del Laboratorio dell’Area Vasta Costa, in precedenza era stato responsabile del Dipartimento di Livorno e nel tempo aveva guidato vari settori di attività dell’agenzia relativi a ‘Prevenzione e controlli ambientali integrati’, ‘Attività di laboratorio’, ‘Alimenti’.

Per la prima volta dalla sua nascita l’Agenzia ha una Direzione interamente costituita da dirigenti che provengono dal suo organico, e che dovranno  operare nel nuovo quadro di riferimento dato dal Sistema nazionale per la protezione dell’ambiente (SNPA), istituito dalla legge 132/16 entrata in vigore lo scorso 14 gennaio.

di Arpat