In ricordo di Alexander Langer e Bernhard Häring

[3 luglio 2013]

Ricorre il 3 luglio l’anniversario della morte sia di Alexander Langer nel 1995 che di Bernhard  Häring nel 1998, due generosi, luminosi maestri di nonviolenza.

il “Centro di ricerca per la pace e i diritti umani” di Viterbo li ricorderà oggi 3 luglio 2013 con un incontro di commemorazione nel corso del quale verranno letti e commentati alcuni loro testi.

*Bernhard Haering è stato un grande teologo morale, luminoso costruttore di pace, uno dei piu’ acuti pensatori della nonviolenza. Era nato nel 1912 in Germania, allievo di Romano Guardini, prese parte al Concilio Vaticano II, per un quarantennio fu docente di teologia morale all’Accademia Alfonsiana di Roma (ma anche visiting professor in universita’ di tutto il mondo). E’ deceduto nel 1998. La sua vasta e preziosa bibliografia resta un punto di riferimento per ogni persona di volonta’ buona impegnata per la pace e i diritti umani di tutti gli esseri umani.

*Alexander Langer (Nella foto) e è nato a Sterzing (Vipiteno) nel 1946, ed è deceduto nella campagna fiorentina nel 1995. Promotore di infinite iniziative per la pace, la convivenza, i diritti, l’ambiente, la nonviolenza. Per una sommaria descrizione della vita cosi’ intensa e delle scelte cosi’ generose di Langer rimandiamo ad una sua presentazione autobiografica pubblicata col titolo Minima personalia sulla rivista “Belfagor” nel 1986. Una bella raccolta di suoi scritti e’ Il viaggiatore leggero. Scritti 1961-1995, Sellerio, Palermo 1996; su di lui si legga il bel libro di Fabio Levi, In viaggio con Alex, Feltrinelli, Milano 2007. Si veda anche il sito: www.alexanderlanger.org

Il “Centro di ricerca per la pace e i diritti umani” di Viterbo