Ci vuole energia per dire no alla violenza sulle donne

[25 novembre 2014]

Tanti cittadini al Punto Enel Energia di Pisa hanno apprezzato e aderito all’iniziativa “Enel Orange Days” per dire no alla violenza sulle donne, in occasione della campagna dell’Onu contro la violenza e la discriminazione a partire da oggi fino al 10 dicembre, Giornata dei Diritti Umani.

Il Punto Enel Energia di Pisa, in via Battisti 69, è stato tra i 13 selezionati a livello nazionale per iniziative specifiche con adesivi, fotoshooting e gadget per i clienti, campagna informativa dedicata: un’occasione per sensibilizzare le persone su un tema delicato e importante che richiede l’impegno di tutti. Pisa ha risposto in modo partecipato e positivo all’iniziativa, confermando l’attenzione della città su questioni di carattere sociale.

“E’ importante che una multinazionale come la nostra – ha affermato Patrizia Grieco, Presidente di Enel – dia il proprio contributo per promuovere il rispetto della dignità delle persone, la tutela delle diversità e il rifiuto di qualsiasi forma di violenza. Per questo ai colleghi, a partire dai manager, abbiamo chiesto un gesto semplice ma concreto: sradicare i comportamenti alla base della violenza sulle donne richiede un profondo cambiamento e un costante presidio contro gli abusi”.

Anche Enel Cuore, la Onlus del Gruppo che opera a favore delle categorie più svantaggiate, ha sostenuto il progetto M’Ama Food, che ha l’obiettivo di favorire l’integrazione socio-economica delle donne vittime di violenza, attraverso il lavoro. Enel Cuore contribuito alla ristrutturazione dei locali, nel quartiere Greco di Milano, che ospitano la nuova sede della cucina solidale di M’Ama Food. Il progetto offrirà annualmente formazione ed esperienze lavorative a più di 70 donne rifugiate – straniere perseguitate, maltrattate o fuggite da paesi in guerra.

 di Enel