Ciao Margherita e grazie!

[1 luglio 2013]

La grande astrofisica Margherita Hack ci ha lasciato, come noto, sabato scorso. Personalità immensa e indomabile, comunista vera, ma anche ambientalista pur con il pallino del nucleare (disse no alle centrali in Italia, ma però «inquinerebbe molto meno dell’energia a petrolio, a metano e a carbone, a cui dovremmo comunque ricorrere»), è stata anche per greenreport.it un punto di riferimento. Personalmente l’ho conosciuta anni fa a Roma in occasione dello spettacolo “Variazioni sul cielo”, tratto dal suo libro, di cui era protagonista. Un ricordo indelebile di una donna brillante, per niente burbera e molto semplice e gentile nei modi.

Lascia un vuoto enorme nella cultura italiana a 360° e a noi piace ricordarla ripubblicando un’intervista su crescita e pil che ci rilasciò nel 2006 – ma ancora attualissima – quando greenreport.it era praticamente agli albori e nessuno conosceva, ma a lei questo non interessava minimamente: http://greenreport.it/web/archivio/show/id/4068