Cittadino informato, mezzo salvato: l’app toscana per situazioni d’emergenza, e non solo

A portata di smarphone e tablet gli aggiornamenti (gratis) su allerta meteo, protezione civile, interruzioni del servizio idrico e viabilità per i cantieri

[8 giugno 2017]

In prospettiva l’app “Cittadino Informato” – da oggi gratuitamente scaricabile dai market Apple e Android – potrebbe diventare lo strumento unico che consentirà di vedere notificate sul proprio smartphone o tablet tutte le comunicazioni di pubblica utilità su base comunale, concentrando informazioni da un vasto numero di enti che erogano servizi o danno informazioni d’interesse generale, come Anas e l’Autostrada A12 Salt (per la viabilità), Enel e Enel Gas, i Consorzi di Bonifica (per le informazioni sugli interventi di manutenzione su ogni Comune della Toscana), ecc.

Ad oggi, la concreta realtà segna già un traguardo ambizioso. La nuova app realizzata da Anci Toscana in collaborazione con Confservizi Cispel Toscana (con il supporto tecnico di Geoapp, spin off dell’Università di Firenze) rende il cittadino toscano informato con tempo reale sugli stati di allerta meteo, su info di protezione civile, su eventuali interruzioni del servizio idrico, sui provvedimenti di viabilità per i cantieri.

«L’impegno di Anci e Confservizi Cispel Toscana per supportare i Comuni nei servizi che vengono offerti ai cittadini – spiegano al proposito le due associazioni regionali – si concretizza anche con questo innovativo progetto. La nuova app potrà diventare uno strumento quotidiano di informazione per avere info utili a gestire il proprio tempo e la propria giornata, oltre ad essere importante in eventuali situazioni d’emergenza di protezione civile. Anci e Cispel continueranno a lavorare per far diventare ‘Cittadino informato’ una piattaforma che raccoglie il maggior numero di informazioni possibile».

Al momento hanno aderito Publiacqua, Acque Spa, Asa Livorno e Acquedotto del Fiora, che coprono 190 Comuni; ma anche Gaia Spa (il gestore idrico della Toscana del nord che copre 48 Comuni nelle aree metropolitane di Massa Carrara, Lucca, Pistoia e le zone di Versilia, Garfagnana e Lunigiana.) e Nuove Acque (gestore di 36 Comuni nelle aree metropolitane di Arezzo e Siena) hanno mostrato interesse e a breve parteciperanno al progetto.

La fase sperimentale del progetto ha già coinvolto una trentina di enti locali, ed è stata incentrata sui servizi di Protezione Civile con il nome “Prociv pas”: ora, grazie al finanziamento ottenuto da Anci Toscana con il progetto europeo Interregg Marittimo Italia Francia, altri cento Comuni delle province costiere potranno partecipare gratuitamente al sistema; mentre Anci proporrà l’adesione anche ai territori interni non coperti dal finanziamento, con costo quasi simbolico per coprire le spese di progettazione e mantenimento della piattaforma. Nel mentre, tutti i contenuti saranno visibili anche sul sito internet www.cittadinoinformato.it.