Cooperazione sostenibile. L’arte che rende il Ghana più pulito

[17 giugno 2014]

In collaborazione con il fotografo Fabrizio Sbrana e found4art, COSPE realizzerà un’asta fotografica dal titolo Ghana Pulito, e grazie ai proventi verranno sostenute alcune attività COSPE nel paese.

Il Ghana è uno dei paesi africani con una la soglia più bassa di condizioni igieniche: oltre la metà della popolazione non ha accesso all’acqua e ai relativi servizi di base.

Nella zona di Axim, nella quale COSPE opera da tempo, non vi sono discariche autorizzate e i canali di drenaggio esistenti sono al contempo utilizzati come latrine, creando gravi problemi di contaminazione e proliferazione di molte malattie come malaria e colera che colpiscono soprattutto bambini e donne. Questi ultimi infatti si occupano dello smaltimento dei rifiuti, della raccolta di acqua e della cura dell’igiene domestica e comunitaria e pertanto sono più esposti a rischi.

Il sostegno proveniente dall’asta “Ghana pulito” permetterà di svolgere laboratori di educazione ambientale e di riciclaggio per donne e giovani della comunità, formazione pratica della cittadinanza rivolta all’igiene collettiva, la riduzione e gestione dei rifiuti che quindi permetterà di prevenire e ridurre malattie ambientali, quali malaria, colera e infezioni intestinali; la distribuzione di Kit per il monitoraggio della qualità dell’acqua dei pozzi dei villaggi e della rete idrica, grazie ai quali sarà possibile conoscere il tasso e la tipologia d’inquinamento delle acque, informare le comunità interessate e pianificare interventi di bonifica e di prevenzione delle malattie ambientali.

Le foto dell’asta sono visibile nonché acquistabili on line, le persone che le avranno comprate saranno ospiti d’onore dell’evento come sostenitori COSPE e in quest’occasione potranno conoscere il fotografo Fabrizio Sbrana e ricevere un piccolo riconoscimento.

Per ulteriori informazioni sul progetto “Ghana Pulito” visita www.cospe.org/progetti/ghana – Guardare le foto su: www.astaghana.cospe.org/ – Scrivici a raccoltafondi@cospe.org o chiamaci allo 055 473556.

Cospe