Cooperazione sostenibile. Terra fertile per il festival del cinema sociale

[24 aprile 2014]

Riparte l’ottava edizione Terra di tutti film festival (Ttff), il concorso internazionale riservato al cinema sociale del sud del mondo, organizzato da Cospe e Gvc.

C’è tempo fino al 31 maggio per iscriversi e portare in concorso i propri documentari, lungometraggi d’animazione e docufiction. L’organizzazione del Festival offre un sostegno alla produzione di audiovisivi e/o acquisto di materiale per un importo totale pari a 1.000 Euro da suddividere fra le due migliori opere: miglior produzione italiana consegnato dalla giuria di qualità del Ttff e miglior produzione internazionale, consegnato da una giuria composta dai membri del Consiglio dei cittadini stranieri e apolidi della Provincia di Bologna e intitolato alla memoria di Cheick Sarr – ragazzo senegalese morto, dopo aver salvato un uomo di nazionalità italiana che rischiava di annegare in mare.

Anche in questa edizione l’ambiente e le questioni legate ad esso ricopriranno un ruolo sostanzioso. Tra i temi del festival, oltre a migrazioni, diritti umani, accesso alla salute e lotta alle discriminazioni, si trovano infatti questioni quali valorizzazione e preservazione delle risorse naturali, acqua bene comune, sovranità alimentare, agricoltura sostenibile e biologica, commercio equo-solidale, sostenibilità energetica, energie rinnovabili e accesso all’energia.

Le opere in concorso devono comunque trattare tematiche sociali legate alla globalizzazione e allo sviluppo, ed in particolare a genere e sviluppo, cittadinanza attiva e sviluppo, diritti umani e democrazia, lavoro e globalizzazione, diritti dell’infanzia, guerra terrorismo e violenza, mezzi di comunicazione e informazione sul Sud del mondo.

In questa edizione poi sono previsti altri due riconoscimenti speciali riconducibili a questioni ambientali: uno intitolato alla memoria di Benedetto Senni che sarà attribuito ad un film per chi racconterà tematiche relative ai grandi temi dello sviluppo sostenibile e del trasferimento di tecnologie; l’altro, istituito da Fairtrade Italia – consorzio che rappresenta in Italia il marchio di certificazione Fairtrade, per l’opera in concorso che maggiormente esprime i valori di equità, con particolare attenzione ai diritti dei lavoratori del sud e alle scelte dei consumatori del nord.

Per maggiori info e iscrizione al festival consultate www.terradituttifilmfestival.org

di Cospe