CoSviG a SMAU-Firenze per presentare le proprie eccellenze

[14 luglio 2015]

Smau2015_Firenze

Anche quest’anno CoSviG partecipa a Firenze Technologica con un proprio spazio per illustrare le proprie eccellenze nel campo R&D (Ricerca e Sviluppo) e trasferimento tecnologico nell’ambito delle tematiche energetiche.

Nato per presentare il meglio dell’alta tecnologia attraverso una serie di vetrine estremamente qualificate e prestigiose, la tappa fiorentina del roadshow del circuito SMAU è sicuramente il palcoscenico ideale per presentare i due Laboratori di CoSviG in grado di esprimere competenze avanzate nel settore delle strutture al servizio delle imprese nei campi dell’energia, dell’Oil&Gas e della geotermia in particolare.

Il primo dei due laboratori, SestaLab, nel comune di Radicondoli, in provincia di Siena, è uno dei più importanti laboratori al mondo per prove in scala reale dei combustori per turbine a gas.

Il secondo, CEGLab (acronimo che sta per Laboratorio del Centro di Eccellenza per la Geotermia di Larderello), è uno dei pochissimi laboratori ad accesso pubblico in Italia per l’erogazione di servizi in geotermia per facilitare la diffusione dell’innovazione e la valorizzazione energetica delle potenzialità derivanti dal calore del sottosuolo.

Le due strutture” ha dichiarato il direttore generale di CoSviG, Sergio Chiacchella “sono destinate a divenire parte di un quadro di competenze che arricchirà indubbiamente la nostra regione, consentendole di riconquistare e conservare una leadership mondiale di altissimo livello in un campo in cui abbiamo già una tradizione consolidata”.

SestaLab” ha detto il direttore dell’impianto Giulio Grassi “si colloca al servizio di aziende operanti nel settore manifatturiero della meccanica di altissimo livello: penso a Nuovo Pignone e ad Ansaldo Energia, solo per citarne due”.

CEGLab invece” ha aggiunto Loredana Torsello di Energea/CoSviG “si pone su di una falsariga diversa. Partendo da un settore -la geotermia- il cui utilizzo industriale nasce, tradizionalmente in Toscana, si utilizzano le più avanzate tecniche scientifiche per coltivarne l’eccellenza”.

In questo senso” ha concluso Piero Ceccarelli, presidente di CoSviG “stiamo cercando di cogliere le sfide dell’oggi e del domani; sfide che il sistema economico toscano deve giocoforza affrontare per rilanciare uno sviluppo in una chiave innovativa e sostenibile, per consentire un salto di qualità allo sviluppo dei territori geotermici toscani, ma anche all’intera Toscana in un panorama italiano ed europeo sempre più complesso”.