Cuore caldo della Toscana, il taglio del nastro al FuoriExpo di Milano

[18 giugno 2015]

chiacchella e montagnani nastro

L’avventura è partita ufficialmente. Con il taglio del nastro da parte di Sergio Chiacchella, direttore di CoSviG (Consorzio per lo Sviluppo delle Aree Geotermiche), e di Spartaco Montagnani, presidente del Consorzio Turistico Volterra Valdicecina, ha avuto inizio la settimana (16-21 Giugno) del FuoriExpo di Milano dedicata a “Volterra e il Cuore Caldo della Toscana: dagli Etruschi alla Geotermia”.

“Una settimana di eventi attraverso i quali portare virtualmente i visitatori a vivere il nostro territorio”, ha detto Chiacchella. Numerosa anche la partecipazione delle autorità locali: all’inaugurazione sono intervenuti Loris Martignoni e Nicola Fabiani, rispettivamente sindaco e assessore all’Ambiente, Turismo, Bilancio e Cultura del Comune di Pomarance, Giacomo Termine, sindaco di Monterotondo Marittimo, Emiliano Bravi, sindaco di Radicondoli e Riccardo Fedeli, vicesindaco di Volterra.

“Siamo grati al Consorzio Turistico e a CoSviG, per aver collaborato e aver reso possibile trasportare un angolo di Toscana, il nostro angolo di Toscana, qui all’Expo. I territori qui rappresentati sono complessi. Hanno delle ricchezze straordinarie: si va dal sale, alla storia, alla cultura, alla geotermia. Un territorio che ha molto da offrire anche in termini di turismo sostenibile”.

Dello stesso avviso anche Emiliano Bravi, primo cittadino di Radicondoli: “ La nostra non è la Toscana ‘minore’. La nostra è una Toscana ‘diversa’, ed è in questa ‘diversità’ il cuore della nostra forza”.

Parole rilanciate anche da Riccardo Fedeli, intervenuto in rappresentanza di Volterra che ha tenuto a specificare come sia necessario “guardare al passato, ma senza dimenticare di proiettare lo sguardo verso il futuro”, e da Giacomo Termine, sindaco di Monterotondo Marittimo che, senza mezzi termini, ha definito il territorio rappresentato come “la vera terra del buon vivere” perché, ha continuato, “per conoscere veramente questi territori, non basta visitarli, ma occorre viverli, ascoltarli, conoscerli, nelle parole e nei volti delle persone che vi abitano”.

Oggi un’altra giornata di eventi tra cui ricordiamo la presentazioen della Comunità del Cibo ad Energie Rinnovabili, associazione di imprenditori agricoli che utilizzano energie rinnovabili nei processi produttivi dei loro alimenti, a cui seguira uno showcooking e una interessante tavola rotonda sulla “Progettualità sui territori in risposta al disagio”. Nel corso della tavola rotonda saranno illustrati gli esempi virtuosi di recupero e risposta a situazioni di disagio o svantaggio di qualsiasi tipo, a partire dal carcere, per arrivare all’ospedale psichiatrico e poi alle cooperative sociali Quadrifoglio e Parvus Flos. Seguirà uno showcooking sui Tortelli con il Castello di Bucignano.

Oggi, 18 Giugno, a farla da padrone, invece, tre eventi di sicuro richiamo: alle 10 il dibattito incontro su “Il sistema geotermico naturale della Toscana: le manifestazioni naturali e la storia della geotermia”. Con L. Santulli di Enel Green Power, Domenico Liotta dell’Università di Bari, Cristina Toni e Elena Corsinovi dello studio LDA.iMdA, Filippo Lorenzi; alle 18, invece, la presentazione dell’associazione “Terre dal Cuore Caldo”; e alle 20 la Cena Galeotta, una cena a base di prodotti del territorio toscano selezionati dalla Comunità del Cibo ad Energie Rinnovabili e della Filiera Corta Volterrana a cura dello chef dei Chiostri di San Barnaba e con la partecipazione dei detenuti del carcere di Volterra, con l’accompagnamento delle musiche popolari toscane de “La Tazza di Arianna”.