Ironico certo, ma questo intervento è utile come spunto di riflessione sui tempi moderni

Dieci lavori per ambientalisti disoccupati

Come sopravvivere al secolo del collasso ecologico

[26 febbraio 2014]

Di seguito è riportato un saggio che ho scritto per Adbusters, “Big Ideas di 2047”. Inizia con la premessa che non saremo decresciuti intenzionalmente per un futuro sostenibile, ma soffriremo per il collasso ecologico ed economico che ogni giorno sembra più probabile. Buon divertimento!* 

Ora che il settore ambientale no-profit sta in gran parte andando verso il fallimento, dato che era sostenuto principalmente dal surplus di ricchezza detenuto da privati ​​e fondazioni (molti dei quali svaniti quando il mercato azionario globale Ponziesco – da Ponzi scheme, investimento fraudolento, ndt] si è schiantato – molti di noi ricchi ambientalisti “professionisti” sono ora alla ricerca di lavoro. Posso suggerire di prendere in considerazione i seguenti lavori, dato che hanno tutti un significativo potenziale di crescita nei prossimi anni:

10) Taxi Driver

Pochissime persone saranno in grado di permettersi una macchina. Il trasporto pubblico si ridurrà come faranno altri servizi governativi fanno. Spostarsi diventerà sempre più difficile. Portare la gente in giro in auto, piccoli camion o autobus fornirebbe un reddito garantito. E’ già un metodo provato e reale in molti Paesi in via di sviluppo.

9) Insegnante

Qui non c’è nessun inconveniente, l’ insegnamento è una carriera di tutto rispetto in tempi buoni e cattivi. Naturalmente, le scuole pubbliche probabilmente diventeranno ancora più cronicamente sottofinanziate, così l’insegnamento potrebbe diventare un lavoro  del settore informale. Il lavoro potrà essere ripagato con il baratto – alloggio, vitto, servizi medici ed odontoiatrici a servizi- che potrete probabilmente ottenere. E si potrebbe anche essere in grado di centrare il curriculum intorno ai valori ecologici.

8) Levatrice o Ostetrica

In tempi di boom o di depressione, la gente rimanere incinta. Ma meno persone avranno l’assicurazione sanitaria, in modo che sceglieranno di fare il loro bambino a casa. Complessivamente, non si tratta di un cattivo sviluppo, considerando i costi sociali e ambientali dell’attuale industria delle nascite, con un tasso del 31% di  taglio cesarei in America e il continuo utilizzo eccessivo di questa pratica. Entrambi i lavori sono relativamente sicuri, ma richiedono una certa formazione.

7) Agricoltore su piccola scala

Non solo coltivazioni nel prato davanti a casa vostra  o nel parcheggio abbandonato nella tua strada, ma piccolo allevamento di conigli, galline, porcellini d’India e, soprattutto, insetti.  La pastorizia di migliaia di grilli e vermi da scambiare con i vostri vicini vi fornirà una buona forma di moneta da baratto. Questa non è una vita facile, soprattutto nel clima distrutto del futuro,  ma per ogni famiglia sarà una parte importante di una solida base economica.

6) Artigiano

Nell’era post-consumismo, sono passati i giorni dell’acquisto di una nuova T-shirt o di una sedia per 5 dollari al Walmart locale. La maggior parte delle persone torneranno a indossare i vestiti fino a che non saranno lisi e  faranno le sedie con le  casse del latte trovate in giro.  Gli artigiani locali faranno ancora una volta le cose di cui hanno bisogno i loro vicini. La vita dell’artigiano sarà piuttosto sicura, dal momento che farà solo la roba della quale la vostra comunità ha davvero bisogno e che lo soddisfa molto,  dato che crea qualcosa di bello con le proprie mani. EF Schumacher ne sarebbe orgoglioso. [Ernst Friedrich “Fritz” Schumacher (1911 – 1997) era un influente economista e pensatore inglese che è stato anche Chief Economic Advisor dell’UK National Coal Board per 20 anni, ndt]

5) Minatore di rifiuti

Passare lunghe ore in mezzo ad un mix di rifiuti alimentari, merda di bambini e animali domestici, residui chimici domestici tossici e, occasionalmente, qualche prezioso pezzo di metallo non è facile o anche se tutto ciò avviene in sicurezza. Ma ripulirete discariche chiuse che forniscono materiali di qualità superiore di quanti ne rimangono nella maggior parte delle miniere che restano, facendo di questo un lavoro sia verde che ben pagato.

4) Psicopompo

Con il crollo dei sistemi, moriranno sempre più persone e pochi saranno in grado di permettersi l’odierno  funerale “tradizionale” che costa ai consumatori una media di 10.000 dollari. Sempre più persone sceglieranno di seppellire i propri cari a casa senza alcuna bardatura tossica: cassa, fluidi per l’imbalsamazione, involucri di plastica, e così via. Essere uno psicopompo formato per aiutare le famiglie a far fronte ed a navigare tra gli ostacoli giuridici per seppellire i loro cari naturalmente, sarà un percorso di carriera gratificante e utile.

3) Foraggiatore urbano

Non diventerete ricchi raccogliendo chili di ghiande, noci nere e tarassaco verde, ma non è davvero un cattivo modo per farsi una strada per sopravvivere. La maggior parte delle persone non sanno come elaborare le ghiande per renderle commestibili. Invece di fare la fila per acquistare il poco pane disponibile al supermercato, potrete fare frittelle di farina di ghiande e sentirvi confortevolmente sazi con pasto che ha più sostanze nutritive.

2) Eco-predicatore

Le fondazioni non potranno più concedere sovvenzioni, ma le donazioni alle comunità ecclesiali continuano sia nei tempi buoni che cattivi, dato che queste istituzioni garantiscono la sicurezza e il sostegno emotivo della comunità. Se il movimento ambientalista si dovesse evolvere per concentrarsi maggiormente sulla costruzione della fratellanza locale, fornendo servizi sociali di base – asilo nido, aiuti economici, cliniche gratuite, garden plots – ed utilizzare questi sforzi per diffondere una filosofia ecologica, forse troverebbe le risorse necessarie per continuare il suo lavoro essenziale e, soprattutto, nel corso della transizione ecologica aiuterebbe a diffondere una nuova cultura eco-centrica che potrebbe contribuire a fornire un modello più sostenibile per la vita su un pianeta caldo.

1) Politico Rivoluzionario

Questo potreste prenderlo  in considerazione quando avete uno stipendio adeguato per sostenere gli sforzi, ma quando hai ottenuto quella stipendio adeguato, i rischi non sembrano probabilmente valerne la pena. Ora che i sistemi della Terra si stanno rapidamente disfacendo e che un corrotto  nexus di corporations e governi continuano a scavare i combustibili fossili da una Terra in riscaldamento, forse è il momento di prendere in considerazione strategie più radicali. Forse bisogna unirsi ad altri amici disoccupati, agli squat di case vuote a  Detroit, scrivere un manifesto e costruire un nuovo partito politico, mentre state facendo po’di agricoltura urbana? O meglio ancora, correre per  una carica e cercare di riconquistare il sistema politico per il 99%. Non è uno stile di vita facile, ma nel lungo periodo può pagare.

*di Erik Assadourian, Senior Fellow del Worldwatch Institute e direttore del  Transforming Cultures Project. Co-direttore delle edizioni 2012 e 2013 di “State of the World”