È a Pisa la terza conferenza internazionale sulla gestione dei rifiuti

[16 giugno 2015]

tempo pianeta terra economia circolare

L’istituto di Management della Scuola superiore Sant’Anna, insieme a Geofor Spa e Ecofor Spa, porterà a Pisa l’Icwm 2015, la terza conferenza internazionale sulla gestione dei rifiuti. L’importante evento si concentrerà – spiegano dalla Sant’Anna – sulla transizione verso un’economia circolare: la proposta di un modello economico alternativo, in cui il riutilizzo, la riparazione e il riciclaggio consentono di prolungare l’uso produttivo dei materiali e di aumentarne l’efficienza. E’ chiaro che per realizzare simili obiettivi occorre investire nei mercati dei materiali riciclati, individuare e sperimentare nuovi modelli imprenditoriali, fare una progettazione ecocompatibile e adottare particolari strategie, come, ad esempio, la simbiosi industriale.

Non si tratta, dunque, di intervenire “solo” sulla coda del ciclo economico – i rifiuti – ma di offrire una visione integrata dell’economia: quell’economia circolare che è sottoposta a una nuova fase di valutazione legislativa anche presso l’Unione europea, un processo cui lo stesso vicepresidente della Commissione Ue Timmermans ha chiesto ai cittadini di guardare con occhio critico. Per quanto riguarda il mondo delle imprese, sottolineano dalla Scuola superiore Sant’anna – l’adozione di un modello economico circolare potrebbe arrecare grandi benefici, basti pensare che un incremento nella produttività delle risorse potrebbe ridurre il fabbisogno di fattori produttivi materiali del 17%-24% entro il 2030, con risparmi per l’industria europea dell’ordine di 630 miliardi di euro l’anno. Insieme al ruolo che i rifiuti urbani possono svolgere nella realizzazione di una economia non lineare, particolare attenzione meritano le opzioni di gestione dei rifiuti speciali, che, per quantità e qualità, possono offrire un contributo fondamentale, rappresentando più del 90% dei rifiuti prodotti in Europa.

Anche la scelta della location per la terza conferenza dell’Icwm non è casuale. A Pisa e dintorni l’ecosistema industriale per l’economia circolare è più fertile che altrove: testimonianza ne è il diretto coinvolgimento di Ecofor e Geofor nell’organizzazione della conferenza, ma anche la presenza di relatori da altre aziende del territorio, come l’amministratore delegato di Revet Recycling Emanuele Rappa.

Durante la prima giornata della conferenza, dettagliano dalla Sant’Anna, si fornirà un inquadramento dell’economia circolare, con particolare riferimento alle interconnessioni con la politica e la normativa europea in materia di rifiuti. Questa giornata, inoltre, prevede una panoramica di esperienze nazionali ed internazionali che testimoniano il ruolo delle imprese nella realizzazione di modelli economici non lineari, sia sotto il profilo dei business model che della gestione dei rifiuti speciali.

Durante la seconda giornata, la conferenza ospiterà l’evento nazionale LIFE+ Prisca di approfondimento su nuovi possibili modelli per la prevenzione dei rifiuti in linea con le priorità indicate dall’Unione Europea: ospiti nazionali ed internazionali, best practices e testimonianze per approfondire e discutere la sostenibilità di alcune opzioni di gestione dei rifiuti come la prevenzione ed il riutilizzo, con un focus sugli speciali in Italia.

La partecipazione alla conferenza è gratuita. Tuttavia, per motivi organizzativi, è necessaria la pre-registrazione online entro il 30 Maggio 2015. web: www.icwm.ite-mail: icwm@sssup.it