Educazione ambientale, all’Elba vanno in scena le Olimpiadi

[23 aprile 2014]

All’isola d’Elba è in corso la seconda edizione delle “Olimpiadi del Riciclaggio”, un programma di educazione ambientale promosso da Elbana Servizi Ambientali (Esa) e Parco Nazionale Arcipelago Toscano che coinvolge , 560 bambini, 28 classi, 45 insegnanti. L’iniziativa, avviata a novembre, si concluderà a maggio, e Parco ed Esa spiegano che «Lega aspetti e modalità ludiche a finalità didattiche e prevede che le classi vengano stimolate su una serie di temi ambientali, lavorando alla produzione di un elaborato. Fra tutti quelli prodotti dalle scuole alla fine dell’anno scolastico saranno premiati i migliori, nel corso della festa conclusiva, che quest’anno è in programma il prossimo 21 maggio a Portoferraio».

Il presidente di Esa, Idilio Pisani, ha detto: «Siamo molto soddisfatti della sensibilità mostrata dagli insegnanti verso queste tematiche e vogliamo esprimere il nostro ringraziamento al mondo della scuola.  Dallo scorso anno abbiamo ritenuto il coinvolgimento delle scuole nella nostra attività di comunicazione un elemento determinante per la buona riuscita delle politiche ambientali e per la corretta diffusione di buone pratiche ambientali. Quest’anno poi abbiamo messo in campo due importanti collaborazioni. La prima, di cui siamo particolarmente fieri, con il Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, che ha messo a disposizione l’esperienza e la competenza delle proprie guide ambientali per realizzare gli interventi nelle classi. Le guide sono andate nelle scuole per parlare di raccolte differenziate e riciclaggio e hanno lavorato con i bambini. E in secondo luogo con il Consorzio Nazionale Comieco, che si occupa di raccolta e riciclaggio della carta».

Infatti nella seconda edizione delle “Olimpiadi del Riciclaggio” l’attività delle scuole è stata indirizzata sul tema della raccolta e riciclaggio della carta – e speriamo che sia stata rimarcata la differenza enorme che c’è tra le due cose, questo sì che sarebbe un bel modo di educare – , e in particolare sull’importanza di ridurre al minimo le impurità presenti nella raccolta differenziata della carta, per garantire la migliore qualità possibile della carta riciclata.

Soddisfatto della collaborazione tra Parco dell’Arcipelago Toscano ed Esa è anche il presidente dell’area protetta, Giampiero Sammuri, «La scelta di coinvolgere le scuole in questa campagna di  sensibilizzazione  verso il tema della raccolta differenziata e del riciclo è vincente, se vogliamo  formare cittadini consapevoli e attenti alla cura del proprio territorio».

Alla festa conclusiva in programma il 21 maggio, le classi saranno chiamate a confrontarsi su una serie di giochi e attività ludico-educative sul tema delle raccolte differenziate e del riciclaggio.