Efficienza energetica, sorpresa: il primato toscano è nel settore alimentare

[9 luglio 2014]

L’efficienza e il risparmio energetico sono uno dei pilastri di un’economia che voglia dirsi attenta all’ambiente. E l’Italia almeno in questo campo vanta una lunga tradizione che prosegue anche oggi, stando ai dati di Avvenia: le proposte di progetto nell’ambito del risparmio energetico avanzate nei primi 6 mesi del 2014 dalle imprese italiane consentiranno di emettere Titoli di Efficienza Energetica per un valore complessivo di oltre 200 milioni di euro, con significativi benefici sia sul versante energetico che su quello ambientale. E se il Piemonte, con il 90%, è al primo posto nei progetti nell’ambito dell’industria del vetro, nel settore alimentare sono invece la Toscana, con il 30% dei progetti, e la Sicilia con il 25% a dominare la classifica.

Per quanto riguarda gli altri settori, il Lazio primeggia, con l’80% dei progetti, nel farmaceutico.

Al terzo posto per settore nella graduatoria stilata da Avvenia, si classifica poi l’Umbria con il 75% dei progetti siderurgici, seguita quasi a pari merito dal Veneto che conquista, con il 70%, il primato del risparmio energetico nel settore dell’edilizia.

Creata nel 2001 con l’intento di fornire una risposta significativa alle aziende per affrontare e risolvere in modo consapevole e sostenibile le problematiche legate all’efficienza energetica, Avvenia ha visto crescere costantemente la sua fascia di mercato ed attraverso i suoi interventi si sono realizzate minori emissioni di Co2 per oltre 1,5 milioni di tonnellate, con risparmi di energia primaria di oltre il 40% e con una diminuzione dei consumi di gas naturale di oltre il 78% in tutti i settori, dal Food & Beverage alla Siderurgia.